Sandisk 200 gb

La corsa allo spazio di archiviazione più grande è inarrestabile. È passato solo un anno dall'annuncio della prima microSD da 128 GB da parte di Sandisk, azienda che, nel corso del Mobile World Congress di Barcellona, è tornata a far parlare di sé grazie alla sua nuova proposta: una microSD da ben 200 GB di storage interno. Una scheda interessante che diventa ancor più appetibile in un mercato nel quale gli hard disk dei computer diventano sempre meno capienti in favore del passaggio agli SSD, le unità a stato solido dotate di performance nettamente superiori rispetto a quelle dei classici hard drive.

L'enorme capacità della microSD di Sandisk la rende perfetta per un utilizzo in mobilità, trasformando qualsiasi dispositivo Android in una memoria portatile in grado di archiviare un gran numero di foto o canzoni. Questo è sicuramente il settore nel quale Sandisk vuole imporsi: ormai 7 immagini su 10 vengono scattate da uno smartphone, un trend che entro il 2019 potrebbe aumentare ulteriormente. Eppure il futuro delle memorie esterne non è propriamente roseo. A parte i dispositivi Apple – che la possibilità di utilizzare schede esterne non l'hanno mai nemmeno presa in considerazione – anche gli smartphone dotati di Android stanno pian piano optando per le memorie integrate.

I nuovi Samsung Galaxy S6 e Galaxy S6 Edge, per esempio, hanno entrambi rotto la tradizione della memoria espandibile adottando tagli di memoria prefissati. Uno degli smartphone protagonisti del 2015 ad offrire ancora la possibilità di utilizzare schede microSD sarà l'HTC One M9, che però non può contare sulla presenza sul mercato di Samsung. La microSD da 200 GB è dotata di un'impressionante velocità di scrittura di 90MB/s, ma tutta questa tecnologia arriverà con un prezzo: circa 400 dollari per portarsi a casa tanto spazio da utilizzare su alcuni smartphone – non tutti, nonostante lo standard SDXC – attualmente sul mercato.