Smartphone e tablet andrebbero protetti nel miglior modo possibile perché, ormai, gran parte dei propri dati personali è memorizzato in un dispositivo mobile. E se è vero che il FaceID o l'impronta digitale siano dei sistemi di sicurezza fantastici, in grado di rendere più sicuri i dispositivi di ultima generazione, è altresì vero che potrebbero rivelarsi del tutto inutili, qualora si utilizzasse un codice di sicurezza troppo banale. Insomma, non c'è da stupirsi che i dispositivi mobili siano diventati l'Eldorado di tanti spioni digitali, tuttavia però, molti utenti non sono in grado di concepire codici di sblocco o password realmente efficaci.

I 20 codici di sblocco più utilizzati (maggiormente vulnerabili)

A fare il punto della situazione è Tarah Wheleer, che ha condiviso su Twitter un elenco dei codici di sblocco più utilizzati dagli utenti, e quindi maggiormente vulnerabili, nato da una serie di studi di settore con i quali è emerso che oltre il 25% dei dispositivi protetti da un codice numerico può essere violato a causa di un pin troppo banale.

Si tratta di sequenze numeriche, generalmente a quattro cifre, che la gran parte degli utenti utilizza: qualora si faccia parte di questo gruppo di persone, per aumentare la sicurezza del dispositivo sarebbe opportuno che il PIN venisse modificato immediatamente. Ecco quali sono:

  1. 1234
  2. 1111
  3. 0000
  4. 1212
  5. 7777
  6. 1004
  7. 2000
  8. 4444
  9. 2222
  10. 6969
  11. 9999
  12. 3333
  13. 5555
  14. 6666
  15. 1122
  16. 1313
  17. 8888
  18. 4321
  19. 2001
  20. 1010

Come modificare il codice di sblocco dello smartphone

Qualora ci si renda conto di utilizzare un codice di sblocco troppo semplice, la cosa da fare immediatamente è quella di modificarlo, la procedura è estremamente semplice sia su iOS che su Android.

Modificare il codice di sblocco su iPhone e iPad

Per cambiare il PIN (o il codice di sblocco) su iPhone o iPad, la prima cosa da fare è entrare nelle Impostazioni per poi selezionare la voce FaceID e codiceA questo punto sarà necessario inserire l'attuale codice di sblocco e selezionare la voce Cambia codice: si aprirà una nuova finestra nella quale sarà possibile inserire un nuovo codice di sblocco che, per stare più tranquilli, dovrebbe essere di almeno 6 cifre numeriche del tutto casuali.

Modificare il codice di sblocco su Android

La procedura di modifica del codice di sblocco Android potrebbe essere più complessa di quella vista su iOS, perché le diverse case produttrici modificano l'interfaccia grafica del sistema operativo di Google e, molto spesso, la sezione relativa alla sicurezza del dispositivo è localizzata in posizioni diverse. In linea di massima però, per farlo sarà necessario innanzitutto entrare nelle Impostazioni, per poi cercare ed entrare nella sezione Blocco schermo e, successivamente, in Sicurezza dispositivo: è in questa sezione che sarà possibile modificare il codice di sblocco.