La prassi è sempre la stessa: il link di un fantomatico video da vedere, arriva su Messenger da uno dei propri contatti. Il tutto accompagnato dal testo "Sei tu in questo video, vergognati". In questi ultimi giorni, i casi simili a quello appena descritto si stanno diffondendo sempre di più su Facebook Messenger, con una trappola particolarmente efficace poiché, in un contesto in cui si riceve un messaggio da parte di un proprio contatto su Facebook, il messaggio appare più sicuro alle vittime.

"Sei tu in questo video?": come proteggersi dal virus di Messenger

Inutile dire che è un nuovo virus in circolazione su Messenger, e a dare l'allerta è la Polizia postale, che invita tutti i malcapitati a non cliccare sul link per nessuna ragione poiché, una volta cliccato, sul computer delle vittime viene installato un malware che non solo invierà nuovamente e all'insaputa dei proprietari dei profili di Facebook il messaggio a tutti i propri contatti, ma riempirà il browser con il quale si apre il collegamento, di decine di pubblicità che, a loro volta, potranno farsi veicoli di altri malware e virus.

"Molti utenti lamentano la ricezione, attraverso Messenger, da un proprio contatto, di un video al quale si è portati a cliccare perché nel testo ci chiedono se nello stesso siamo veramente noi" – si legge nel post pubblicato sulla pagina Una vita da social della Polizia Postale – "Cliccando sul link, non solo si rischia l’inoculamento del malware ma contestualmente si diventa mittenti del messaggio che raggiungerà i componenti della lista dei nostri contatti. E’ importante riflettere su quello che si fa per evitare spiacevoli conseguenze".

Ma oltre al non cliccare per nessun motivo il link ricevuto con il messaggio, qualora un proprio contatto dovesse inviare un testo del genere è molto importante avvisarlo, ricordandosi sempre che lui stesso è caduto vittima del tranello e che il messaggio è stato inviato a sua insaputa.

Purtroppo, l'applicazione per la messaggistica di Facebook non è nuova a questa tipologia di virus e, nonostante le allerte da parte della Polizia Postale, gli utenti che ci cascano inconsapevolmente sono sempre maggiori. Una cosa simile è accaduta qualche mese fa, con un messaggio che con un testo del tipo "Ecco il video di Antonio" seguito da un'emoji stupita, alcuni furbetti del web cercavano di adescare vittime puntando sul fattore curiosità.

"Sei tu in questo video?": come rimuovere il virus di Messenger

Qualora si dovesse cadere vittime di questo fastidiosissimo virus, la prima cosa da fare è quella di segnalare questo genere di messaggi a Facebook, tramite una pagina dedicata con la quale è possibile avvisare il social network della presenza di questa "catena di Sant'Antonio malevola".

Inoltre, per rimuovere il virus di Messenger, sarà necessario installare, a seconda del proprio sistema operativo, un antivirus che eliminerà le estensioni installate nel browser e che potrebbe far ritornare tutto alla normalità, disinstallando anche le applicazioni malevole connesse con l'account Facebook dei malcapitati.