Il fenomeno dei genitori ansiosi di condividere online le foto dei propri figli si è fatto via via più diffuso negli anni successivi all'avvento dei social network, fino ad arrivare ultimamente ad assumere proporzioni preoccupanti. Solo pochi mesi fa un report dal Regno Unito raccontava di come nel corso dell'esistenza di un minore vengano caricate in Rete in media circa 1300 foto direttamente dai propri genitori; ebbene in questi giorni un sondaggio, proveniente questa volta dagli Stati Uniti, porta il numero degli scatti pubblicati dai genitori prima dei 18 anni dei figli oltre la soglia delle 1400 foto.

La ricerca è stata prodotta dal sito statunitense Local Babysitter, che attraverso un'agenzia specializzata ha somministrato un questionario a 1277 genitori statunitensi frequentatori di social network. Ai soggetti è stato chiesto di riferire quanto spesso pubblichino foto dei propri figli su base settimanale, e i risultati forniti sono stati suddivisi per fascia d'età della prole. La media dei risultati su base settimanale è stata infine moltiplicata per ottenere quella annuale e quella totale sulla fascia d'età in oggetto. Il risultato è di 1414 foto scattate in media da un genitore o una coppia di genitori nei primi 18 anni di vita dei figli. Si parte da una media di 109 foto ogni anno nei primi 6 anni di vita, per passare a 99 nei sei anni successivi e scendere a 41 negli anni dell'adolescenza fino alla maggiore età.

La metodologia alla base del sondaggio in realtà non gli conferisce un grado di affidabilità particolarmente elevato, e il fatto che sia stato effettuato negli Stati Uniti potrebbe non raccontare molto dello stato attuale delle cose in Italia. Gli spunti che offre però sono interessanti: 100 foto all'anno in fondo sono soltanto 2 ogni settimana; sembrerebbero quasi poche, se non si considerasse il fattore continuità. Stando a un altro dei quesiti posti, sembra inoltre che i genitori coinvolti non abbiano particolare riguardo per l'opinione dei figli fotografati: il 55% non chiede mai il loro permesso prima di pubblicare gli scatti online, o lo fa solo raramente. I rischi ai quali si sottopongono i propri figli nell'esporli regolarmente a un pubblico di potenziali sconosciuti però sono tutt'altro che virtuali e non vanno sottovalutati: nel dubbio se pubblicare o meno l'ultimo scatto del proprio pargolo, è sempre meglio seguire la strada più prudente e aspettare di mostrarlo privatamente ad amici e parenti.