La stagione estiva è il tema del nuovo Doodle di Google. Il team di autori che si nasconde dietro la creazione delle particolari immagini visualizzate nella home del motore di ricerca, hanno dedicato una grafica speciale al giorno del solstizio d'estate nei paesi dell'emisfero boreale, giorno che invece corrisponde all'inizio della stagione invernale in Nuova Zelanda ed Australia, dove i visitatori di Google possono vedere un doodle a loro dedicato.

Nel doodle di Google dedicato alla stagione estiva, gli autori di Google hanno deciso di interpretare l'inizio dell'estate, nonché il giorno più lungo con la notte più breve dell'anno, raffigurando il nostro pianeta con la forma di una testa che guarda verso l'alto con gli occhi, sulla cui estremità più alta è rappresentata una chaise loungue posizionata sotto una palma illuminata dal sole.

La stagione estiva inizia oggi

Google ci ricorda quindi che oggi, con il solstizio d'estate, inizia la stagione estiva. Ed è proprio questo il motivo per il quale nel doodle di oggi il sole è raffigurato nell'estremità più alta: è in questa giornata che il sole raggiunge il punto di declinazione massima rispetto all'asse terrestre.

Per essere proprio precisi però, il solstizio d'estate non è una giornata, ma un'ora specifica del giorno: sarà oggi pomeriggio alle 17:54 italiane, e solo dopo quest'ora sarà ufficialmente iniziata la stagione estiva 2019.

Nel corso di tutto l'anno, sono quattro i giorni che segnano l'inizio delle stagioni astronomiche: si chiamano equinozi e solstizi e rappresentano – astronomicamente –  le giornate in cui cambiano le stagioni nel nostro emisfero. Il solstizio d’inverno è il giorno in cui c’è il massimo numero di ore di buio. Il solstizio d'estate è il giorno in cui c'è il maggior numero di ore di luce. Gli equinozi invece, determinano l'inizio della primavera e dell'autunno: nel corso di queste giornate, la notte e il giorno hanno la stessa durata.