Striscia-la-notizia-Vs-Groupon-anche-la-rete-insorge

L'edizione di ieri di Striscia la Notizia si è occupata di Groupon, il famoso sito di couponing online. Nel servizio di Max Laudadio sono state intervistate numerose persone che hanno lamentato ritardi o mancati recapiti degli acquisti effettuati sul sito, pretendendo naturalmente di essere rimborsati.

Intervistato dall'inviato del programma di Mediaset, il gruppo tramite il suo portavoce italiano ha respinto le accuse, facendo scaricabarile con le aziende terze con cui Groupon funziona da intermediario.

In realtà tra le varie denunce di disservizi sono arrivate numerose comunicazioni proprio da parte dei fornitori, che hanno lamentato la mancanza di precisione negli ordini forniti dal sito di couponing, posizione che di fatto smentisce quanto affermato dal suo portavoce.

In rete per la verità circolano da tempo cattivi pareri sull'operato di Groupon; basta dare un'occhiata ai siti che si occupano di diritti dei consumatori per rilevare una discreta presenza del famoso sito di sconti tra le lamentele degli utenti.

Striscia-la-notizia-Vs-Groupon-anche-la-rete-insorge2

Naturalmente Twitter non poteva certo far mancare la sua voce e sono numerosissimi i tweet relativi alla notizia trasmessa da Striscia.

Striscia-la-notizia-Vs-Groupon-anche-la-rete-insorge3

Anche YouTube “celebra” alla sua maniera i disservizi di Groupon.

 

Anche se Groupon dovesse davvero mantenere i suoi impegni con i clienti, indubbiamente sia l'azienda che l'intero comparto dell'e-commerce italiano risentiranno molto di questa brutta figura.

Da recenti indagini è emerso che uno dei principali freni allo sviluppo del commercio elettronico nel nostro paese è legato alla mancanza di fiducia dei clienti rispetto agli acquisti in online, sia per la questione dei pagamenti in rete, sia per la mancanza del contatto visivo che in qualche maniera tranquillizza i consumatori.

La pessima immagine data da Groupon, amplificata dalla popolare trasmissione televisiva, rappresenta un danno di immagine che si ripercuote quindi su tutto il settore.