A partire da giugno, diversi operatori telefonici attivi sul territorio italiano imporranno ad alcuni utenti delle rimodulazioni che porteranno con sé dei rincari mensili, come annunciato dagli SMS dei gestori che, come impone la legge, devono essere inviati almeno 30 giorni prima della modifica. Si parla di incrementi di prezzo che variano dai 2 ai 3 euro a seconda dei casi e che sembrano voler colpire le offerte introdotte in seguito al lancio di Iliad e delle sue tariffe super scontate, un approccio che ha portato TIM, Vodafone e Wind Tre a rivedere la propria presenza sul mercato con offerte low cost. Proprio queste sembrano essere le più colpite dai rincari di giugno e luglio, un periodo scelto anche in virtù della possibile "distrazione" degli utenti che in questo modo sono meno portati ad annullare i contratti.

TIM

Per quanto riguarda il principale operatore italiano, i rincari riguardano il periodo che va dal 13 giugno al 12 luglio e si assestano su 1,99 euro al mese per tariffe ricaricabili non più attivabili come la Time Ten Go. Tim offre però agli utenti colpiti da queste rimodulazioni minuti illimitati per sempre o 20 GB al mese per un anno, attivabili chiamando il 409168, dall'app MyTim o dall'area clienti del sito Tim. Per quanto riguarda la rete fissa, il costo dell'abbonamento mensile delle offerte Tutto Voce e Voce Senza Limiti, attive su linea tradizionale in rame, aumenterà di 1,90 euro.

Vodafone

Vodafone ha annunciato che, a partire dal 27 luglio 2019, se il credito sulla SIM si esaurisce sarà possibile continuare a usare la SIM per chiamare i numeri fissi e mobili nazionali e navigare senza limiti in Italia e nei Paesi dell'Unione Europea al costo di 0,99 euro per 24 ore, per un massimo di 48 ore consecutive dall'esaurimento del credito. Attualmente, invece, all'esaurimento del credito non è possibile navigare né chiamare, mentre da luglio scatterà l'addebito automatico. Inoltre, a partire dal primo rinnovo successivo al 27 giugno 2019, l'importo mensile di alcune offerte Vodafone aumenterà di 1,98 euro. Anche in questo caso l'operatore offre la possibilità di aggiungere gratuitamente alla propria offerta 20 GB al mese per un anno, attivabili dal 10 giugno al 27 luglio chiamando il 42590.

I rincari colpiranno anche la rete fissa, con alcune offerte caratterizzate da aumenti di 2,99 euro al mese per "consentirci di continuare a investire sulla rete per offrire ai nostri clienti la massima qualità dei nostri servizi" spiega Vodafone. Queste modifiche avranno validità dopo il 7 luglio o il 23 luglio a seconda dei singoli casi. Sempre su rete fissa, a partire dalla prima fattura emessa dopo l'1 agosto 2019 il costo di alcune offerte di rete fissa avrà un aumento mensile che potrà andare dagli 0,89 euro ai 3,99 euro.

Wind Tre

Gli utenti dell'operatore Wind Tre sono quelli colpiti dai rincari più alti, con un aumento fino a 3 euro al mese per alcune delle sue offerte. Play 30 Unlimited, per esempio, passa da 6,99 a 9,99 euro euro al mese, ma con la possibilità di avere 50 GB in più al mese inviando il messaggio "OKGIGA" al 40100. Aumenti previsti che per le offerte Super Internet 5GB, Super Internet Summer, Super Internet 10GB e Super Internet 20GB, che avranno un costo maggiorato di 2 euro al mese. In questo caso l'operatore offre 30 GB in più al mese. Anche nel caso di Wind Tre scatta una nuova procedura in caso di credito insufficiente, con l'addebito di 0,99 euro per accedere a due giorni di traffico incluso nella propria offerta. Per quanto riguarda la rete fissa, infine, l'offerta Noi Unlimited+ subirà un rincaro di 2 euro al mese a partire dal 5 giugno 2019.