Opinioni
5 Giugno 2014
15:14

Telefonia mobile in Italia: piani illimitati, ma pochi GB di traffico internet

L’Osservatorio di SOS Tariffe.it fa il punto della situazione sulle offerte dei gestori di telefonia mobile in Italia: spese in calo di oltre il 20%, ma traffico internet disponibile ancora poco in crescita.
A cura di Dario Caliendo

Negli ultimi dodici mesi i prezzi relativi a piani in abbonamento e non in promozione sono scesi del 23 percento. E' questo quanto si evince da uno studio realizzato da SOS Tariffe, nel quale è messa bene in evidenza una sproporzionalità tra la diffusione di piani voce e messaggi illiminati e i relativi GB di traffico dati inclusi che, seppur siano aumentati, restano in molti casi ancora troppo limitati.

Secondo quanto è stato riportato nell'Osservatorio di SOS Tariffe, il mercato della telefonia mobile italiana nell'ultimo anno è cambiato sensibilmente e oltre a essere stato caratterizzato da una diminuzione delle tariffe con canone medio più basso (21 euro al mese, contro i 27,69 euro al mese del 2013), ha visto una graduale diminuzione della "lotta" tra gestori. Una vera e propria battaglia che gli operatori telefonici italiani da anni portano avanti a suon di promozioni per la portabilità, che negli ultimi dodici mesi sono diminuite sensibilimente, a favore di offerte speciali e sconti che vengono offerti direttamente dal proprio gestore telefonico a clienti già acquisiti.

 "Da questo osservatorio si nota quanto il mercato delle offerte per la telefonia mobile si stia aprendo alle esigenze dei consumatori che sempre più utilizzano lo smartphone per chiamare e navigare"  –  ha afferamto Alberto Mazzetti, amministratore delegato e cofondatore di SosTariffe.it  –  "Cambiare operatore non è mai stato conveniente come oggi, soprattutto se si ha sottoscritto un'offerta del 2013. Chi decide oggi di passare a un altro gestore per la telefonia mobile può sottoscrivere un'offerta con un canone più basso rispetto al 2013 e con GB di traffico dati maggiore".

L'unico neo delle nuove tariffe italiane è rappresentato dalla quantità di traffico internet che i gestori rendono disponibile negli abbonamenti di fascia media. Dati limitati, che variano dai 2 Gb fino ad arrivare ai 5 GB ma che, a fronte di una spesa mensile dedicata e discretamente importante, possono arrivare a circa 20 GB (una spesa non adatta alle tasche e alle necessità di tutti gli utenti).

In un momento in cui i servizi in streaming sono sempre più diffusi e le promozioni relative alle portabilità sono sempre meno convenienti, l'unico motivo valido per passare a un altro gestore telefonico resta quindi quello relativo al traffico dati necessario per le proprie esigenze. Se ad esempio mensilmente si sfora il la soglia massima di traffico, è conveniente approfittare delle nuove offerte che oltre ad avere minuti e sms infiniti, dispongono anche di un maggior numero di GB. Viceversa, se non si raggiunge mai la soglia limite di traffico dati incluso nel proprio abbonamento, è consigliabile pensare di sottoscrivere un abbonamento di fascia bassa, una tipologia di abbonamento la cui convenienza è sensibilmente aumentata nel 2014.

In Italia la telefonia è sempre più mobile: addio agli sms
In Italia la telefonia è sempre più mobile: addio agli sms
Gli italiani preferiscono l'internet mobile ai pc
Gli italiani preferiscono l'internet mobile ai pc
364 di Viral Tech
Il Mobile in Italia crea una economia pari all'1,6% del PIL
Il Mobile in Italia crea una economia pari all'1,6% del PIL
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni