La dipendenza da smartphone esiste, è una malattia ed ha anche un nome. Si chiama "nomofobia". E se siete tra quelle persone che non si separano mai dal proprio smartphone, che la notte lo tengono accanto e appena aprono gli occhi lo controllano in modo quasi ossessivo, se controllate di continuo email, WhatsApp, Facebook e Instagram, allora forse potreste soffrirne.

A dirlo è uno studio condotto da Deloitte, condotto in 31 paesi, dal quale è emerso che il 57% delle persone intervistate controlla lo smartphone entro 22 minuti dal risveglio, l'83% legge le email di lavoro durante la notte, il 37% controlla le notifiche (sempre di notte) e il 59% lo controlla più di 200 volte al giorno. Insomma, sono statistiche terrificanti, delle quali (purtroppo) fanno parte praticamente tutti: il problema è reale.

E lo sa anche Apple, che in iOS 12 ha introdotto una nuova funzionalità il cui scopo è proprio quello di combattere la dipendenza da smartphone, o meglio, la nomofobia. Come? Con un metodo semplicissimo e molto diretto: evidenziando quante ore si passano avanti al display, su ogni singola applicazione, quante volte accendi lo smartphone e addirittura quante notifiche ricevi giornalmente. A che serve "Utilizzo schermo" di iOS 12, chiederete voi, semplice a prendere consapevolezza. Perché, ammettiamolo, quando si utilizza lo smartphone per navigare sui social network e scrivere su WhatsApp il tempo vola, e rendersi conto di quanto realmente si rimane incollati ai dispositivi mobili, è il primo passo per raggiungere la consapevolezza di dire basta, di domare questa fame continua di contenuti, interazioni e connessioni.

L'utilizzo di "Utilizzo schermo" di iOS 12 è veramente semplicissimo. Una volta rilasciato l'aggiornamento per iPhone e iPad, che dovrebbe arrivare entro il prossimo autunno, per accedere a questa sezione sarà necessario entrare nelle Impostazioni di iOS e selezionare proprio la voce "Utilizzo schermo", che sarà posizionata sotto a "Non disturbare".

Nella prima schermata di "Utilizzo schermo" sarà possibile visualizzare la lista dei dispositivi connessi all'account di iCloud e i membri della famiglia, un'ottima cosa per chi vuole controllare i propri figli, e sarà possibile impostare un limite di tempo di utilizzo giornaliero generale, e per applicazione.

Entrando nel dettaglio del dispositivo inoltre, vi visualizzerà un grafico con le statistiche di utilizzo giornaliere e degli ultimi sette giorni, che sarà accompagnato da un elenco dettagliato relativo alla tipologia di applicazioni utilizzate: social network, produttività, giochi, tutto viene elencato in ogni minimo particolare e selezionando ognuna delle app, sarà possibile impostare un limite di tempo giornaliero.

Scendendo più in basso, inoltre, sarà possibile leggere altre due statistiche molto importanti: i "pickups", cioè il numero di volte che si prende in mano il cellulare, e il numero di notifiche ricevute. E, credetemi, la prima volta che utilizzerete questa funzione, rimarrete a bocca aperta per i numeri che leggerete.