Il 2020 può essere considerato come un anno di svolta per WhatsApp. E no, non solo per l'atteso tema scuro, oppure per l'arrivo dei messaggi che si autodistruggono. Perché è proprio a partire da oggi, 1 gennaio 2020, che WhatsApp smetterà di funzionare su alcuni smartphone: è il via di un lungo periodo di switch-off per l'applicazione dei messaggi gratuiti, che vedrà prima l'abbandono degli ormai defunti dispositivi Windows Phone, per risultare non utilizzabile anche su alcuni iPhone e smartphone Android.

1 Gennaio 2020: WhatsApp non funzionerà più su Windows Mobile

La notizia in realtà circola da tempo, ed è frutto di una decisione fatta dagli stessi sviluppatori dell'azienda. Oltre agli obsoleti Symbian e BlackBerry OS, da oggi WhatsApp non funzionerà più neppure su Windows Mobile, conosciuto nelle sue versioni precedenti come Windows Phone. D'altronde però, era una scelta quasi dovuta: il sistema operativo di Microsoft a brevissimo non sarà neppure supportato dalla stessa azienda di Redmond e i telefoni che lo utilizzano non sono più iniziato vendita da anni.

Ma è chiaro, considerata la longevità degli smartphone, potrebbero esserci ancora alcune persone con un dispositivi del genere in tasca: ebbene, a partire dal primo giorno del 2020 WhatsApp le taglierà totalmente fuori dai propri server. Il che vuol dire che non solo non riceveranno più aggiornamenti, ma non potranno più utilizzare l'applicazione installata perché, quest'ultima, non riuscirà a connettersi ai server dell'azienda.

1 febbraio 2020: WhatsApp non funzionerà più su alcuni iPhone e Android

Stessa sorte, ma più lontana, è quella alla quale sono destinati alcuni iPhone e dispositivi Android in circolazione. Con lo stesso metodo di switch-off, a partire dal 1 febbraio 2020 tutti gli smartphone con una versione di Android pari o inferiore alla 2.3.7 e gli iPhone con una versione uguale e precedente ad iOS 8 non potranno più utilizzare WhatsApp.

Si tratta comunque di versioni decisamente obsolete, considerando che gli smartphone con Android 2.3.7 a bordo non si vendono più ormai da 7 anni e che gli ultimi iPhone ad utilizzare iOS 8 sono gli iPhone 4 del 2010.

In ogni caso, chiunque utilizzi ancora oggi questi vetusti smartphone, si troverà tagliato fuori dai giochi almeno per quanto riguarda WhatsApp: anche in questo caso, non solo non verranno rilasciati aggiornamenti, ma l'applicazione non potrà essere utilizzata perché non riuscirà a connettersi ai server dell'azienda.