Come anticipato nel corso degli ultimi mesi sul blog ufficiale di WhatsApp, a partire dal 31 dicembre 2017 su alcuni smartphone la popolare applicazione di messaggistica istantanea smetterà di funzionare. La conferma arriva direttamente dal team di sviluppatori della piattaforma che invitano tutti gli utenti che utilizzano WhatsApp su cellulari un po' datati a cambiare dispositivo per evitare di ritrovarsi privi della nota app di messaggistica che da qualche anno ha soppiantato i classici messaggi di testo.

Per evitare di ritrovarsi senza WhatsApp a Capodanno, giornata che solitamente segna il record di messaggi scambiati tra gli utenti per via degli auguri di buon anno, il team del servizio di messaggistica sottolinea che dal 31 dicembre tutti gli smartphone con sistema operativo Windows Phone 8 non saranno più utilizzabili per inviare e ricevere messaggi su WhatsApp. Stessa sorte per i BlackBerry OS e BlackBerry 10. WhatsApp ha inoltre annunciato che per i Nokia Symbian S40 arriverà la disattivazione entro il 30 giugno 2018, mentre gli smartphone con Android 2.3.7 o precedenti non potranno più usare l'app dal prossimo 1 febbraio 2020. Su Windows Phone 8.0 non è possibile creare un account WhatsApp dallo scorso 1 novembre.

Come spiegato da un portavoce di WhatsApp, la volontà di limitare il supporto per questi cellulari è legata alla volontà di concentrare lo sviluppo di nuove funzionalità sulle piattaforme mobili più utilizzate dai consumatori. Oggi il 99 percento del market share è infatti dominato da dispositivi con sistema operativo Android, iOS e Windows 10 Mobile. Come dichiarato da uno responsabili dell'app WhatsApp: "Nel guardare avanti verso i nostri prossimi sette anni, vogliamo concentrare i nostri sforzi sulle piattaforme mobili che la stragrande maggioranza delle persone usa".
Fine del supporto di WhatsApp dal 1 gennaio 2018:

– BlackBerry OS e BlackBerry 10

– Windows Phone 8.0

Prossime disattivazioni:

– Nokia S40 dopo il 30 giugno 2018

– Versioni Android 2.3.7 dopo l'1 febbraio 2020