xiaomi huawei lenovo

Ieri Apple ha pubblicato i dati relativi ai risultati finanziari del primo trimestre del 2015. Un fatturato record e un incredibile numero di iPhone venduti che nelle ultime ore hanno fatto ipotizzare persino un sorpasso di Samsung da parte dell'azienda di Cupertino come più grande produttore di smartphone al mondo.
Condividendo il grafico di Creative Strategies, molti, compresi noi, si sono limitati a commentare la ripida impennata nelle vendite di Apple e la graduale discesa di quelle Samsung. Nella stessa immagine, però, è presente un'importante indicazione di quelle che saranno le principali forze in gioco nei prossimi anni.

Possono sembrare lontane e insignificanti, ma le tre linee riferite a Xiaomi, Huawei e Lenovo – che ora, va ricordato, possiede Motorola – sono in rapida ascesa, così come lo sono le vendite e il fatturato di queste tre aziende.
Non è un panorama impossibile, anzi. Allo stato attuale delle cose è più che probabile e l'azienda che probabilmente ne subirà le conseguenze più gravi sarà proprio Samsung. Dopotutto nel 2014 lo smartphone più popolare è stato proprio un device di Xiaomi (lo Xiaomi 4), che ha scalzato sia il Galaxy S5 che il Galaxy Note 3. E l'azienda sta già puntando in alto: Lei Jun, CEO dell’azienda cinese Xiaomi, ha già annunciato che entro i prossimi 5-10 anni Xiaomi diventerà il primo produttore mondiale di dispositivi mobile superando Apple e Samsung.
.

xiaomi huawei lenovo

Le intenzioni ci sono, i dispositivi anche. E la crescita di sicuro non manca. Solo poche settimane fa Xiaomi è diventata la start-up che vale di più al mondo, superando persino Uber. “Questo round di finanziamenti conferma quanto Xiaomi abbia ottenuto in oltre quattro anni di attività ed è il preludio di una nuova fase di sviluppo” aveva commentato Jun. Si riferiva ad un round da 1,1 miliardi di dollari.
Xiaomi è ormai il primo vendor di smartphone in Cina e terzo nel mondo. Subito dietro di lei ci sono Huawei e Lenovo, sempre più agguerrite e capaci di mordere con forza il mercato. In cima alla classifica Apple tiene duro e incrementa le vendite, ma Samsung cede e crolla. Vista la situazione di evidente crisi dell'azienda sudcoreana, non è impensabile che da qui a qualche anno la concorrenza cinese arrivi ad insediare e addirittura superare il colosso dei Galaxy.