youtube-downloader-genio-o-bufala-il-dibattito-accende-la-rete

Uno degli argomenti più caldi degli ultimi giorni è sicuramente quello che riguarda Andrea Giarrizzo e la sua applicazione YouTube Downloader. Prima di affrontare i diversi punti di vista sulla vicenda, occorre fare un piccolo passo indietro e raccontare cosa è accaduto. Un giovane siciliano poco più che ventenne realizza un'app con la quale è possibile scaricare video da YouTube, una delle funzioni di certo più richieste dagli internauti. Non stupisce quindi che l'app venga scaricata in breve tempo da oltre un milione di utenti e il successo è tale che persino Samsung, in un suo contest dedicato appunto alle app, premia YouTube Downloader con 100mila dollari. Il successo di Giarrizzo non si ferma qui, persino Ballarò (trasmissione non certo del settore) dedica una copertina all'exploit del giovane siciliano, insomma il successo travalica persino i confini della rete e si conferma davanti al grande pubblico.

A minare la scalata al successo di questa semplice ed utile app però interviene un piccolo particolare di non poco conto: è illegale. Sì, perchè scaricare video da YouTube, per quanto sia una pratica ormai consueta, è illegale e viola i termini di utilizzo della piattaforma. Non si tratta certo di una novità, chiunque navighi in rete ed utilizzi la piattaforma di videosharing di Google ne è perfettamente consapevole. Improbabile che Giarrizzo e il professore che lo ha coadiuvato non siano a conoscenza del problema (in caso contrario sarebbe preoccupante una mancanza del genere per chi opera nel settore), eppure sembrano tutti stupirsi quando l'app viene rimossa dal market e persino dalla gara indetta da Samsung, che tra l'altro l'aveva persino premiata.

La vicenda ha scatenato un vespaio di polemiche, nel quale si sono distinte più o meno due posizioni contrastanti. Riccardo Luna, dalle pagine di CheFuturo! difende a spada tratta l'operato del giovane, criticando invece il web italiano che non è stato in grado di sostenere il giovane in quanto "l'italico senso del dovere e dell’etica hanno avuto il sopravvento", paragonando la storia di YouTube a quella di Naspter, lo storico programma di download che, pur nell'illegalità, ha cambiato per sempre la fruizione della rete. In quel caso non ci furono dubbi a decretare Shwan Fanning, creatore del servizio, come uno dei geni mondiali dell'informatica, mentre nei confronti di Giarrizzo "l'invidia" di certi settori rischia di affossare quelle che sono le potenzialità di un giovane virtuoso.

youtube-downloader-genio-o-bufala-il-dibattito-accende-la-rete1

Sulla vicenda è intervenuto anche Salvo Mizzi che parla di "web italiano incarognito" e di responsabilità delle vecchie generazioni italiane della rete che non sono state in grado di offrire alle nuove un supporto adeguato per affrontare le sfide internazionali. Anche Mizzi concorda sul fatto che Giarrizzo sia un talento da sostenere ed appoggiare, pur mantenendo qualche perplessità sull'aspetto legale della vicenda.

youtube-downloader-genio-o-bufala-il-dibattito-accende-la-rete2

Di tutt'altro avviso è invece Stefano Bernardi, la cui posizione è diametralmente opposta a quella di Luna. Secondo il fondatore di ISS si tratta di una faccenda gonfiata ad arte ma priva di qualsiasi fondamento sotto ogni aspetto. In primis il carattere "rivoluzionario" di un app che non fa altro che svolgere lo stesso compito di numerosi script già disponibili in rete da tempo immemore. Manca del tutto quindi il connotato di innovazione e il paragone con Napster fatto da Riccardo Luna è totalmente fuori luogo;  un software che ha cambiato per sempre le regole della rete affiancato ad un app che non fa nulla di nuovo e per di più è "stupidamente illegale", visto che un servizio del genere era più che prevedibile che venisse bloccato immediatamente da YouTube.  Difendere l'operato di Giarrizzo equivale soltanto a barricarsi dietro ad un cieco "orgoglio dell'italianità" che al contrario rischia di danneggiare invece il made in Italy, facendo passare all'estero l'eterno pregiudizio degli italiani indifferenti a leggi e regolamenti.

youtube-downloader-genio-o-bufala-il-dibattito-accende-la-rete3