16:33

IPad 3, tutte le novità sul tablet del futuro

Mentre l'iPad 2 continua a macinare successi, a Cupertino Jobs & Co. lavorano alacremente per il nuovo tablet. In anteprima le news ufficiali e non riguardanti il nuovo gioiello di casa Apple.

Ecco il video dell’iPad 3

con la presentazione (ironica) del nuovo tablet della Apple

IPad 3, tutte le novità sul tablet del futuro.

La prima notizia relativa all’iPad 3 riguarda la sua uscita, che molti rumors avevano annunciato per la fine di quest’anno. I fan della mela rimarranno delusi dal sapere che la messa in commercio del nuovo modello di Cupertino non avverrà prima del prossimo anno.

Le ragioni sono principalmente tre, di motivo tecnico e commerciale. Il modello tutt’ora sul mercato, l’iPad 2, sta ancora riscuotendo enormi consensi in termini di vendite, con una mole di oltre 35 milioni di pezzi previsti per il corso di quest’anno. Un successo ancora in fase di crescita quindi, che non giustificherebbe commercialmente l’immissione sul mercato di un modello ancora più performante.

A ciò si aggiunge la sfida agguerrita che si terrà nel 2012 tra i due big, Apple e Google, oltre al risibile tentativo di Microsoft di entrare a fare parte dello scontro tra i grandi con il suo Windows 8. Ma è di sicuro Android, con il suo nuovo OS – Ice Cream Sandwich, atteso per il prossimo anno – a lanciare la sfida al colosso della Mela; un appuntamento al quale Steve Jobs vuole presentarsi forte di un tablet di ultimissima generazione pronto a reggere l’urto del sistema operativo di BigG, che tanto successo ha ottenuto negli ultimi due anni.

Un altro dei motivi che hanno portato allo slittamento della messa in commercio dell’iPad 3 è di natura tecnica e riguarda alcune aziende fornitrici di hardware per il terminale di Apple. Il terribile tsunami che ha investito il Giappone infatti, oltre a mietere migliaia di vite umane ha inferto un duro colpo al settore produttivo nipponico ( e delle aree limitrofe), danneggiando pesantemente anche alcune delle aziende fornitrici di componenti per i terminali della Mela. Il risultato è stato un arresto temporaneo della ricerca e della fabbricazione di pezzi interni, con il conseguente effetto domino che si è riflesso su tutta la catena produttiva.

Nonostante il prevedibile ritardo, le novità di casa Apple sono da sempre un boccone troppo ghiotto per aficionados ed esperti del settore, e per buona pace della politica omertosa di Cupertino, l’occhio attento di esperti e ben informati riesce sempre a far filtrare informazioni preziose riguardo ai nuovi prodotti in fase di creazione. Come per il nuovo melafonino, anche per l’iPad 3 abbiamo raccolto le informazioni più precise ed autorevoli per conoscere maggiori dettagli sul tablet di nuova generazione.

Display.

Da sempre grande vanto di tutti i terminali Apple, il display del nuovo iPad è stato uno degli argomenti più discussi in rete. Il nuovo tablet dovrebbe montare uno schermo di 9,7”, stessa dimensione del modello precedente, ma con una risoluzione doppia, ovvero 2048 x 1536 (rispetto ai deludenti 1024 x 768 dell’iPad 2), ovviamente con tecnologia Retina per una restituzione grafica ancora più fluida e luminosa.

Steve Jobs sembrava inizialmente propendere per un display AMOLED, come la maggior parte dei terminali di ultima generazione, una tecnologia che consente maggiore brillantezza delle immagini a fronte di un minor consumo di batteria. Il terremoto in Giappone ha obbligato però la Sharp, che doveva fornire la maggior parte degli schermi insieme a Samsung e LG, a rivedere i piani di produzioni, costringendo l’azienda a rinviare la realizzazione di display superiori ai 6” almeno fino al prossimo anno. La scelta è perciò ricaduta su un display a tecnologia led come il modello precedente, anche se perfezionato e migliorato, mentre in aggiunta il touch dovrebbe offrire una maggiore reattività e sensibilità dello schermo grazie ai moduli prodotti dalla Chimei Innolux (CMI).

Case e scocca.

La forma del nuovo iPad non dovrebbe differire di molto da quella del suo predecessore, tranne nello spessore, presumibilmente inferiore. Le poche notizie al riguardo ci arrivano dai produttori di custodie protettive, che da sempre ricevono informazioni in anticipo riguardo forme e misure dei nuovi terminali.

Una differenza rispetto alla scocca dell’iPad 2 potrebbe essere lo Slot Opening 116, brevetto Apple di qualche mese fa, che consiste in una presa d’aria, situata posteriormente sul lato lungo del tablet. Una scelta che non premia l’estetica ma che si rivela necessaria a causa delle temperature elevate che i processori Dual Core possono raggiungere.

CPU e prestazioni.

Per ciò che riguarda il processore del nuovo iPad 3, le notizie sono ancora poco chiare. Quello che si sa è che Apple e TSMC (Taiwan Semiconductor Manufacturing Co.) sono al lavoro su un nuovo chip da 28 nanometri con tecnologie di stacking 3D, nome in codice A6, con una potenza di 2GHz, naturalmente Dual Core. Il ritardo, rispetto alla previsione di vendita del nuovo tablet dei primi mesi del 2012, lascia supporre che la nuova CPU potrebbe essere adottata solo nella seconda fase di produzione dell’iPad 3, anche se non è da escludere che Cupertino opti per una terza via, ritardando l’uscita del nuovo tablet e allo stesso tempo accelerando il lavoro sul nuovo chip.

Riguardo al processore grafico, il nuovo tablet dovrebbe presentare anche Rogue, evoluzione del PowerVR SGX543MP2 (che già di per sé era 9 volte più veloce dell’A4 presente sul primo iPad), anche se Apple ha annunciato che non diffonderà i nomi di alcune delle aziende che collaborano alla realizzazione del nuovo motore grafico.

Fotocamera e video.

Una delle principali critiche rivolte all’iPad 2 è relativa alle pessime performances della macchina fotografica, per nulla in linea con altri tablet di fascia analoga. Con l’iPad 3 la risoluzione dovrebbe salire a 5 megapixel grazie ai nuovi sensori fotografici prodotti dalla OmniVision (mod. OV5690), dotati di stabilizzatore di immagini e grazie ai quali sarà possibile realizzare filmati in modalità 1080p, rispetto ai 720 del modello precedente. Dopo le cocenti delusioni dei primi due tablet, i fan della Mela possono finalmente ambire ad una fotocamera almeno simile a quella degli altri tablet di alto livello.

Sistema Operativo.

L’unica certezza ufficiale rimane iOS 5, il nuovo Os presentato due mesi fa da Jobs in persona all’ultimo Worldwide Developers Conference di Apple, con le novità di Notification Center, Newsstand e l’integrazione nativa con Twitter, oltre alla possibilità di aggiornamento del firmware tramite tecnologia OTA (Over The Air), ovvero senza l’ausilio di un computer.

commenta
STORIE INTERESSANTI
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE
ALTRE STORIE