23 Giugno 2015
11:11

Apple, ecco perché l’azienda di Cupertino è ossessionata dai prodotti dorati

L’oro sembra essere il colore preferito di Apple. Prima è arrivato l’iPhone dorato, seguito dall’iPad dorato, il MacBook dorato e l’Apple Watch dorato. Ormai i prodotti di Apple sono d’oro e no, non è una metafora per dire che costano un occhio della testa. Questa passione per la colorazione ha in realtà una motivazione ben precisa che va ricercata in un grande mercato in forte espansione: quello asiatico.
A cura di Marco Paretti

L'oro sembra essere il colore preferito di Apple. Prima è arrivato l'iPhone dorato, seguito dall'iPad dorato, il MacBook dorato e l'Apple Watch dorato. Ormai i prodotti di Apple sono d'oro e no, non è una metafora per dire che costano un occhio della testa. Questa passione per la colorazione ha in realtà una motivazione ben precisa che va ricercata in un grande mercato in forte espansione: quello asiatico. Tim Cook, CEO di Apple, ha infatti spiegato a Bloomberg Businessweek che l'azienda punta molto sui gusti del mercato cinese quando si tratta di progettare nuovi dispositivi da lanciare.

Non c'è da stupirsi; ad aprile la Grande Cina – che comprende Cina, Hong Kong e Taiwan – ha sorpassato l'Europa diventando il secondo mercato (per Apple) più grande del mondo dopo gli Stati Uniti. Tanto che Cook ha già affermato di voler più che raddoppiare il numero degli Apple Store presenti sul territorio, portandoli dai 15 attuali a circa 40 nel corso dei prossimi due anni. Per poter penetrare con ancora più efficacia all'interno del paese, però, Apple ha dovuto adattarsi a quelli che sono i gusti dei consumatori cinesi, rivolgendosi soprattutto ai (molti) utenti che vogliono ostentare ricchezza.

In Asia oro, nero e argento sono colori associati al lusso, quindi non sorprende che siano proprio questi tre i colori che caratterizzano tutte le serie di prodotti Apple, dagli iPhone ai MacBook. L'azienda di Cupertino ha tentato l'approccio alla nuova colorazione dorata con l'iPhone 5S nel 2013, per poi sdoganare l'oro nella successiva serie di iPhone, nell'iPad Air 2 e successivi e nel nuovo MacBook. Con l'Apple Watch, invece, l'azienda si è lanciata direttamente nella creazione di una cassa in oro a 18 carati – gli altri prodotti, ovviamente, sono solo colorati – che però ha un prezzo di partenza di circa 11 mila euro.

Per capire quanto abbiano successo questi prodotti, basti pensare che tutte le edizioni con cassa dorata dell'Apple Watch sono andate sold out in Cina. Il prossimo passo in questo senso sembrerebbe essere la produzione di un iPhone in oro rosa, come già avviene per l'Apple Watch. Insomma, il futuro dell'intero settore tecnologico è ormai chiaramente rivolto verso est, sia dal punto di vista della produzione che da quello della fruizione. Con l'Europa ormai scalzata e con un mercato asiatico in rapida ascesa, dovremo rassegnarci e fare l'abitudine ai prodotti dorati.

Apple, le macchine dell'azienda circoleranno anche a Roma per migliorare le mappe
Apple, le macchine dell'azienda circoleranno anche a Roma per migliorare le mappe
Made for Apple Watch, il programma che spiega alle aziende come creare cinturini
Made for Apple Watch, il programma che spiega alle aziende come creare cinturini
Apple taglia i prezzi di iCloud: ecco le nuove tariffe
Apple taglia i prezzi di iCloud: ecco le nuove tariffe
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni