Ecco la nostra video guida su come capire quali app di Facebook leggono i tuoi dati personali e disattivarle. Dopo lo scandalo che ha visto Cambridge Analytica raccogliere i dati di oltre 50 milioni di utenti di Facebook per utilizzarli nel periodo precedente alle elezioni presidenziali del 2016, è forse giunto il momento giusto per prendere il controllo della propria vita digitale e dei propri dati personali, gestendo con cognizione di causa tutte le applicazioni che nel tempo sono state connesse al social network di Zuckerberg.

Perché proprio ora? Meglio tardi che mai e il fatto che Cambridge Analytica abbia ottenuto questi dati proprio tramite un'applicazione che gli utenti hanno connesso – peccando di superficialità – al proprio account di Facebook, è un giusto spunto per capire chi sta osservando il vostro profilo di Facebook, attraverso quali applicazioni e disinstallarle immediatamente: d'altronde potreste anche aver dato i permessi a un'applicazione che fino a poco fa era totalmente innocua, ma che poi è stata modificata.

Quali informazioni personali vengono condivise?

Generalmente, quando si utilizza un nuovo servizio online e si crea un account, per velocizzare la procedura ed evitare il processo di registrazione tramite email e password si utilizza il proprio account di Facebook (o di Google): basta effettuare un singolo click per procedere, ma così facendo può capitare di ritrovarsi a condividere molti più dati di quelli che si pensa.

L'accesso ad un'applicazione tramite Facebook in realtà non è solo un processo di registrazione e login, ma condivide una grandissima quantità di informazioni, molto preziose per organizzazioni come Cambridge Analytica e gli inserzionisti pubblicitari, tra cui:

  • Nome e cognome
  • Lista di amici
  • Immagine del profilo
  • Fotografie pubblicate
  • Formazione scolastica
  • Esperienze lavorative

Inoltre, tutti i quiz e i test che tanto piacciono agli utenti di Facebook, richiedono l'accesso ai dati personali proprio tramite l'installazione di un'applicazione che viene immediatamente connessa alla piattaforma delle app del social network: tutti giocano sul fatto che è fin troppo facile decidere di cliccare su "Accetta", senza chiedersi il motivo per il quale questo tipo di applicazioni vuole sapere cosa hai studiato e che lavoro fai.

Come eliminare le app di Facebook

Una delle soluzioni più semplici ed efficaci per eliminare questo problema a monte è disconnettere le app dal proprio profilo di Facebook. Per farlo sarà necessario entrare nella sezione relativa alle applicazioni sul social network (potete farlo più velocemente cliccando QUI) per vedere un elenco completo di tutte le app connesse con l'account.

Cliccando sulla voce "Mostra tutte" avrete quindi accesso all'elenco completo delle app che sono state installate nel tempo: cliccando su ognuna delle applicazioni potrete verificare quali tipologie di informazioni vengono condivise con lo sviluppatore, che a sua volta potrebbe venderle alle società pubblicitarie o ad aziende come Cambridge Analytica.

Il mio consiglio è quello di eliminare tutte le applicazioni che non si conosce o che non si utilizza più: è di vitale importanza lasciare connesse esclusivamente le app che si considera attendibili al cento per cento, in modo da evitare – anche in futuro – che i propri dati personali vengano condivisi ed analizzati da aziende esterne.

Per garantire una totale sicurezza, si potrebbe anche pensare di disattivare totalmente la piattaforma: per farlo dovrete cliccare sulla voce "Modifica" visualizzata nella sezione "Applicazioni, siti Web e plugin" e disattivare la funzionalità nella finestra che compare. È chiaro, si tratta di una soluzione drastica, che non permetterà più l'utilizzo di alcuna applicazione per fare (ad esempio) il login tramite Facebook, ma potrete comunque tornare al buon vecchio metodo dell'iscrizione tramite email e password. È un giusto prezzo per garantire maggiore sicurezza ai propri dati personali.

Le app possono accedere ai dati anche se non vengono installate

È proprio così. Le applicazioni installate dai vostri amici di Facebook, possono accedere ai vostri dati personali e condividerli con le aziende. Fortunatamente è possibile disabilitare questa funzione: per farlo è necessario cliccare sulla voce "Modifica" posta nella sezione "Applicazioni usate dagli altri". Si aprirà una nuova finestra nella quale verranno elencate tutte le informazioni che vengono condivise con questa modalità.

Per garantire la propria privacy è essenziale disattivare la spunta accanto ad ogni voce visualizzata e salvare le modifiche: solo in questo modo potrete avere il pieno controllo di tutti i vostri dati personali su Facebook (o almeno illudervi) e ridurre gli effetti di questa realtà che, purtroppo, tutti noi abbiamo fatto entrare nelle nostre vite.