e-lucia-annunziata-il-direttore-dell-039-huffington-post-italia

Lucia Annunziata è il direttore dell'Huffington Post Italia. La notizia era cominciata a circolare ieri, anticipata dal quotidiano Italia Oggi ma solo nelle ultime ore è arrivata la conferma ufficiale. La nuova testata vedrà la luce tra qualche settimana, il tempo di mettere su la redazione dopo che il 19 febbraio scorso Arianna Huffington ha stretto un accordo con il Gruppo Editoriale l'Espresso, che si occuperà della versione italiana della celebre testata USA. Lucia Annunziata è un personaggio conosciuto al grande pubblico, una giornalista di esperienza consolidata a cui De Benedetti ha affidato il delicato compito di lanciare il nuovo giornale, nella speranza di fondere il background del gruppo italiano con la linfa vitale del web journalism del gruppo di proprietà di AOL.

LUCIA ANNUNZIATA: LA SCELTA GIUSTA? – Ma è davvero l'Annunziata la persona più adeguata a dirigere una testata online? La giornalista ha alle spalle una lunga carriera di grande prestigio, ma sfogliando il suo curriculum è possibile notare come le incursioni nel mondo digitale siano state relativamente poche. L'Huffington Post Italia ha tra le sue mire la conquista di una grossa fetta di mercato dell'editoria online, ma come ha sottolineato Ferruccio De Bortoli nella sua relazione di qualche giorno fa sul giornalismo italiano, le competenze per quanto fondamentali dei giornalisti "tradizionali" possono non essere sufficienti per sopravvivere ed affermarsi nel complicato mondo della rete. La professionalità e l'esperienza della Annunziata non sono certo in discussione ma si sono sviluppati nella sua lunga carriera su piattaforme diverse, come tv e carta stampata, distanti anni luce dai linguaggi e dalla fenomenologia di internet e del web journalism.  È probabile che la scelta di De Benedetti sia stata dettata dalla necessità di un nome "di richiamo" per il lancio della nuova testata ma è auspicabile per la sopravvivenza dell'HuffPost Italia che accanto alla solida professionalità della giornalista campana si accosti anche quella di qualcuno un po' più esperto della rete.