L'ASMR (autonomous sensory meridian response) è uno dei fenomeni recenti più interessanti della comunicazione digitale. Si tratta di una pratica molto diffusa su YouTube e via podcast, attraverso cui l'ASMR artist provoca il rilassamento dell'utente con suoni delicati effettuati con bocca, voce, dita, utensili e, nel caso di video, effetti visivi e gestualità morbide. Anche i microfoni adoperati sono specifici per rendere al meglio gli effetti sonori. In Italia l'esponente più celebre è Chiara ASMR. Data la veloce diffusione del fenomeno, l'ASMR è stato declinato in diversi modi. Cibo, make up, libri: diversi di questi elementi vengono adoperati dagli artisti per creare nuovi effetti sonori rilassanti. In questo discorso si inseriscono anche i videogiochi. Basta cercare "asmr videogames" su YouTube per ritrovarsi una pletora di video in cui vengono pigiati i tasti di un controller, o vengono svolte delle sessioni di gioco sussurrate, o ancora vengono interpretati dei giochi di ruolo ambientati dentro i negozi di videogiochi.

Fortnite e l'ASMR

In un contesto del genere figura anche Fortnite, il titolo di punta di Epic Games. Tra i canali più interessanti vi è ASMR Gaming News, che conta quasi 100.000 iscritti. In realtà non è dedicato esclusivamente al popolare battle royale (sebbene sia il gioco più ricorrente), ma al suo interno vi sono video rivolti anche a League of Legends e Rocket League. Il creator in questi casi commenta e testa le ultime novità annunciate riguardanti i titoli menzionati, e lo fa via sussurri e mouth sound, ossia suoni effettuati con la bocca. I numeri del canale non sono ancora paragonabili a quelli fatti dagli youtuber canonici, ma dimostrano un certo interesse per la pratica dell'ASMR da legare ai videogiochi.

Anche in Italia esistono esempi simili: Sara ASMR, che non si occupa propriamente di videogiochi, ha svolto una partita in Fortnite in chiave ASMR, anche qui via sussurri e con gli effetti sonori del gioco messi lievemente in sottofondo. Il risultato finale vede oltre 96 mila visualizzazioni e quasi 5 mila like al video. Una contaminazione interessante quella tra videogiochi – in particolare modo Fortnite – e l'ASMR, ancora giunta agli albori e in via sperimentale. Eppure, vista la crescita costante di contenuti del genere, è facile aspettarsi nuove tipologie di video e tecniche di rilassamento che, paradossalmente ma efficacemente, sfruttano l'adrenalina o più in generale l'esperienza tipica del videogioco per una nuova frontiera dell'ASMR.