Ho Mobile ha annunciato l'avvio di un'operazione che porterà alla rigenerazione dei codici seriali delle SIM coinvolte nell'attacco hacker che ha portato al furto di diversi dati personali degli utenti, compreso appunto l'ICCID, un codice identificativo che mette le vittime a rischio della procedura malevola conosciuta come SIM Swapping. Ora l'operatore ha annunciato che quei codici non saranno più attivi ma sostituiti con un nuovo codice che sarà comunicato a partire dalla giornata di oggi attraverso un SMS inviato a tutti gli utenti coinvolti dal furto.

"Ci scusiamo se abbiamo dovuto prendere più tempo del solito per dare risposta alle vostre domande" ha scritto l'operatore sui suoi social. "In parallelo abbiamo sviluppato una soluzione innovativa per incrementare la sicurezza: abbiamo rigenerato il codice seriale della SIM a tutti i clienti coinvolti, che verranno informati via SMS nella giornata di oggi e potranno ricevere in qualsiasi momento il nuovo codice seriale da utilizzare in caso di cambio operatore". Questo nuovo codice identificativo va a sostituire quello presente sulla SIM e in mano agli hacker, che quindi non avrà più alcun valore.

In questo modo Ho Mobile va a risolvere anche un problema parallelo emerso in questi giorni, cioè l'impossibilità di trovare una nuova SIM nei punti vendita fisici presenti nelle città italiane, sommersi da richieste di sostituzione SIM e rallentati da continui disagi ai portali interni e ai server dell'operatore. Con il cambio di seriale, non è più necessario cambiare la SIM (che di fatto puntava proprio a rendere obsoleto il codice rubato durante l'attacco) né visitare un negozio autorizzato. Tutte le informazioni sul cambiamento saranno comunicate tramite un SMS e sono indicate sulla pagina "Nuovo Seriale" del sito ufficiale.