In molti lo attendevano, alcuni lo davano addirittura per certo, ma la realtà è che non era per niente sicuro che si sarebbe manifestato sul palco della WWDC: è il nuovo Mac Pro, il computer Apple dedicato ai professionisti che racchiude il meglio della tecnologia a disposizione e che la casa di Cupertino ha finalmente rinnovato mostrandolo in questi minuti proprio nel corso della sua conferenza dedicata agli sviluppatori. Erano sei anni del resto che Apple non aggiornava la sua workstation di punta, e già da un paio d'anni la società anticipava l'arrivo di una nuova versione che finalmente si è manifestata.

Tutto sul nuovo Mac Pro

La macchina sarà una vera e propria bestia che potrà contare, nella sua configurazione più potente, su un processore Intel Xeon a 28 core e su 1,5 terayte di RAM, ma in generale punterà su una modularità spinta. Integra infatti 8 slot PCI, 2 porte thunderbolt, 2 USB, uno slot jack audio da 3,5 millimetri e 2 porte ethernet, e supporterà un nuovo tipo di modulo di espansione proprietario chiamato Mac Pro Expansion (o MXP): si tratta di una componente configurabile a piacimento e integrabile nella scocca, con dissipatori integrati e in grado di ospitare fino a due schede grafiche Radeon Pro Vega 2 Duo per una potenza di calcolo totale da 56 teraflops. Il tutto è spinto da un alimentatore da ben 1,4 chilowatt e raffreddato da tre grandi ventole che faranno circolare grandi quantità di aria dalla griglia frontale in alluminio.

Arriva anche un Pro Display XDR

Insieme al potente Mac Pro sul palco della WWDC è stato annunciato un altro prodotto di nicchia ma particolarmente apprezzato: Pro Display XDR, dedicato ai professionisti delle arti visive. Il dispositivo vanta una diagonale da 32 pollici e una risoluzione 6K che dovrebbe rendere semplice lavorare su qualunque tipo di contenuto 4K anche in modalità nativa. Oltre alla risoluzione, il display vanta però numerose altre caratteristiche interessanti per tutti i creativi: dal supporto alle modalità P3 color, 10 bit, e reference a uno speciale rivestimento antiriflesso, passando per un contrasto di 1.000.000:1, 1600 nits di luminosità di picco, una finitura opaca con nanoincisioni per ridurre ulteriormente i riflessi e un piedistallo opzionale che permette di ruotare il pannello di 90 gradi.

Mac Pro e Pro Display XDR: quando arriveranno

Sia il nuovo Mac Pro che il Pro Display XDR non sono chiaramente prodotti per tutti: ciò che possono fare supera le esigenze della maggior parte dei professionisti, così come il prezzo richiesto per averli è decisamente elevato. La variante base di Mac Pro (con processore a 8 core, 32 GB di memoria, singola scheda video Radeon 580x e SSD da 256GB) costerà infatti 5.999 dollari, mentre Pro Display XDR partirà da 4.999 dollari nella versione priva di rivestimento antiriflesso, che da sola ne costa 1.000 ai quali ne vanno eventualmente aggiunti altri 1.000 per avere anche il piedistallo. Per mettere da parte i risparmi c'è ancora qualche mese: i due dispositivi arriveranno in autunno.