In occasione della conferenza d'apertura della WWDC 19, l'annuale evento che Apple dedica agli sviluppatori, e in concomitanza con la presentazione di tutte le novità di iOS 13, Apple ha svelato anche le nuove che arriveranno il prossimo autunno sui Mac: macOS 10.15 Catalina è ufficiale e, grazie a Marzipan, introduce per la prima volta la possibilità di utilizzare alcune delle applicazioni di iOS anche nei computer del colosso di Cupertino.

macOS 10.15 Catalina: tutte le novità

Se le novità introdotte con macOS Mojave, l'anno scorso, non possono essere definite come vere e proprie rivoluzioni per il sistema operativo di Apple, quest'anno sarà l'anno del cambiamento per macOS, e non solo per quanto riguarda l'interfaccia grafica. Tutte le novità introdotte con l'evento Apple dello scorso marzo, che hanno di fatto pre-annunciato il pensionamento di iTunes, prenderanno finalmente forma grazie all'introduzione di Musica, TV, Podcast e Libri, quattro applicazioni del tutto indipendenti l'una dall'altra (e con un'interfaccia grafica molto simile alle gemelle per iOS), che prenderanno il posto della vecchia iTunes, l'applicazione più datata dell'ecosistema di Apple.

iTunes va in pensione e si divide in tre: Musica, Podcast e Apple TV

Proprio come anticipato, è giunto il momento del riposo per la sempreverde iTunes. In macOS Catalina l'app più vecchia dell'ecosistema di Apple non si avvierà più ad ogni connessione di un iPhone o di un iPad, e sarà sostituita da tre applicazioni indipendenti: Musica, Podcast ed Apple TV.

Sidecar: così l'iPad si potrà utilizzare come schermo esterno per il Mac

Si chiama Sidecar, è stata ampiamente anticipata sia dai rumor degli ultimi giorni che da alcune applicazioni di terze parti disponibili (da tempo) nell'App Store e permetterà di fare una cosa tanto "banale" quanto utile: connettere un iPad al Mac ed utilizzarlo come secondo schermo. Inoltre, Sidecar permetterà di utilizzare l'Apple Pencil per interagire con le applicazioni di editing fotografico come Photoshop.

Il nuovo Trova il mio dispositivo di macOS Catalina

Tramite degli impulsi emessi tramite Bluetooth Beam, il nuovo Find my device di Apple permetterà di trovare i propri dispositivi anche da spenti. Tutti i device di Apple invieranno la propria posizione a tutti gli altri dispositivi di della mela morsicata nelle vicinanze, in maniera del tutto anonima, che invieranno a loro volta le informazioni ai server di Apple. È una soluzione semplice, che sfrutta una tecnologia non nuovissima, ma che potrebbe risolvere uno dei problemi più fastidiosi, soprattutto in caso di smarrimento o furto del dispositivo.

Cos'è Project Catalyst e come funzioneranno le app iOS su Mac

Quello fino ad oggi conosciuto con il nome in codice di Marzipan, Project Catalyst è un progetto presentato sul palco della WWDC dello scorso anno ed è un motore di sviluppo che consentirà agli sviluppatori di rendere compatibile, con estrema semplicità, un'applicazione per iPhone e iPad anche con il Mac e renderla disponibile nel Mac App Store, oltre che nell'App Store di iOS.

I primi esempi della potenza di questo sistema sono già tangibili sull'attuale versione di macOS Mojave, nella quale è possibile utilizzare una versione dell'app Borsa praticamente identica a quella disponibile ormai da anni nel sistema operativo per dispositivi mobili di Apple.

Data di uscita di macOS 10.15

Così come succede per iPhone, dopo il lancio della classica prima beta di macOS 10.15 per gli sviluppatori, l'azienda di Cupertino rilascerà numerose nuove versioni beta che saranno installabili anche da tutti gli utenti, che potranno quindi provare le novità e contribuire alla ricerca di bug tramite un programma di beta pubblico.

Anche se attualmente non è ancora chiaro il numero delle beta, è ormai certo che il nuovo aggiornamento per Mac sarà rilasciato ufficialmente solo entro il prossimo autunno, in un periodo molto prossimo all'entrata in commercio dell'iPhone 11.