Sembra inarrestabile la crescita del fenomeno Fortnite: il free to play di Epic Games ha appena fatto registrare un incremento nel numero di utenti registrati di ben il 60% rispetto agli ultimi dati diffusi dallo sviluppatore appena sei mesi fa. Il conteggio è infatti passato da 125 milioni a più di 200 milioni di giocatori, mentre il numero massimo di giocatori arrivati a collegarsi contemporaneamente ai server di gioco (all'interno dei quali a ogni sfida possono prendere parte fino a 100 giocatori) ha superato quota 8 milioni e 300mila.

La crescita risulta ancora più spettacolare se si prende in considerazione che rispetto a gennaio il numero è quintuplicato, e che la modalità Battle Royale — il tutti contro tutti che ha trasformato il gioco in un successo — ha visto la luce solo a settembre dell'anno scorso. Il merito dei risultati sorprendenti di questi ultimi mesi va attribuito in parte all'arrivo del gioco a bordo di due piattaforme decisamente popolari: da una parte le console Nintendo Switch, sulle quali il gioco è arrivato a giugno ma che stanno continuando a portare nuovi iscritti; dall'altra gli onnipresenti smartphone Android, che hanno ricevuto una versione apposita del gioco ad agosto e hanno reso Fortnite potenzialmente giocabile da una platea sterminata di persone.

La crescita degli iscritti però non è l'unico motivo che Epic Games ha per festeggiare: Fortnite — che genera guadagni principalmente dalla vendita di oggetti virtuali per abbellire i personaggi all'interno del gioco — si prepara infatti a una stagione natalizia infuocata. Con l'aggiornamento alla versione 6.31 del titolo che è stato rilasciato in questi giorni i giocatori avranno modo di regalare ad amici e compagni di battaglie gli oggetti acquistati nello store virtuale. La funzionalità per il momento è in fase di test, rimarrà attiva per una settimana dopodiché sarà riattivata solo a data da destinarsi, ma promette già di incrementare ulteriormente il volume degli acquisti effettuati da una platea già incredibilmente vasta e propensa alla spesa.