Anche se la notizia della vendita de dispositivi Amazon Echo in Italia è molto recente, in realtà dalla presentazione della prima generazione di Echo sono passati ben tre anni: in realtà le prime notizie su questa particolare generazione di smart speaker risalgono addirittura al 2010, quando Amazon all'interno dei suoi laboratori di ricerca e sviluppo Lab126, iniziava a dare vita a questi nuovi device.

Insomma, le cose da allora sono cambiate tantissimo, gli Echo di Amazon sono ormai arrivati alla terza generazione e ora, finalmente, Alexa (il cuore, o meglio il cervello di questi smart speaker) ha iniziato a parlare anche in Italiano. E proprio per questo, Amazon ha messo in vendita tutta la famiglia di Echo, che include Echo Dot, il dispositivo di questa recensione nonché il più economico, Echo, Echo Plus ed Echo Spot. Quali sono le differenze, vi chiederete: sostanzialmente eccetto per l'Echo Spot, che è un vero e proprio smart display, le differenze tra i dispositivi Echo sono solo nella qualità audio e nella presenza di alcune piccole "sciccherie" hardware delle quali parleremo a breve.

Cosa fa e a che serve Alexa

Lo so, se non siete esperti del settore, la prima domanda che vi sarà venuta in mente è su Alexa. Cosa fa Alexa? A che serve? E quali sono le sue funzioni principali? Senza andare troppo per le lunghe, Alexa è assistente digitale, cioè un "entità" virtuale con la quale potrete dialogare utilizzando il linguaggio naturale e che grazie all'intelligenza artificiale risponderà alle vostre domande, effettuerà tutta una serie di operazioni e gestirà tutti i dispositivi domotici smart in casa vostra.

Potrete ad esempio chiederle di ascoltare un determinato artista tramite Spotify o Amazon Music, in regalo per 3 mesi quando si acquista un dispositivo Echo, oppure potrete chiederle delle informazioni più basilari come le previsioni meteorologiche, l'impostazione di una sveglia, le ultime notizie e così via.

Inoltre, Alexa permette di dialogare con cli altri utenti che dispongono di un dispositivo Echo, oppure dell'applicazione Amazon Alexa installata su uno smartphone. Infine ci sono le Skill, ed è questa la principale differenza con Siri o l'Assistente Google, cioè delle "capacità aggiuntive" che si possono attivare singolarmente e che saranno sviluppate anche da developer di terze parti, proprio per rendere le tantissime applicazioni già disponibili in App Store compatibili con l'assistente di Amazon. Insomma, in questa ottica, Alexa non smette mai di imparare.

Com'è fatto Echo Dot

Echo Dot, è il più piccolo dei dispositivi Echo ed è la soluzione ideale per chi ha bisogno di uno smart speaker poco ingombrante. Superiormente integra quattro tasti fisici con i quali è possibile gestire il volume, attivare l'assistente digitale e disattivare i quattro microfoni integrati con i quali sarà possibile interagire con Alexa.

La copertura esterna è realizzata in tessuto ed è disponibile in tre colorazioni che variano nella tonalità di grigio. Posteriormente è presente l'ingresso per l'alimentatore e l'ingresso per le cuffie da 3.5 mm, con il quale si potrà collegare il Echo Dot ad un altoparlante esterno per ottenere prestazioni audio migliori.

La dotazione hardware di Echo Dot è essenziale ed include tutto quello che è necessario per far funzionare al meglio Alexa. È sempre presente il modulo WiFi in grado di connettersi a reti a 5 GHz, il modulo bluetooth e l'altoparlante integrato con il quale si potrà ascoltare ciò che dice Alexa, oppure ascoltare la musica in streaming. A differenza degli altri dispositivi Echo, il Dot non integra il termometro, non integra lo standard ZigBee (che lo sostituirebbe agli hub dei dispositivi smart) e l'ingresso per il jack audio è solo in uscita, non in entrata.

Qualità audio Echo Dot

Partiamo subito con un presupposto: l'audio di Amazon Echo Dot è buono, ma non è assolutamente compatibile con gli altri dispositivi della famiglia. Le prestazioni sono tutto sommato sufficienti, in termini di volume e qualità, ma il fatto che sia la stessa Amazon a non enfatizzarne l'audio è la giusta informazione per capire che Echo Dot è un dispositivo pensato solo per interagire con Alexa.

Certo, ci si può ascoltare la musica, ma la potenza audio è sufficiente solo in stanze di piccole dimensioni. Inoltre, non è possibile associare Echo Dot ad altri dispositivi Echo per creare sistemi multiroom, come avviene con gli Echo più costosi.

Prezzo di vendita in Italia Amazon Echo Dot

Amazon Echo Dot è in vendita al prezzo di 59,99 euro, il mio consiglio però è quello di tenere sempre sotto controllo le varie offerte su Amazon: al momento in cui scriviamo la recensione è possibile acquistarlo con uno sconto estremamente interessante.

È il dispositivo più economico della famiglia Echo di Amazon ed è il giusto compromesso per chiunque abbia la necessità (o semplicemente la curiosità) di interagire con Alexa ed ascoltare, sporadicamente, musica in streaming. Insomma, se avete bisogno di un dispositivo con il quale ascoltare musica con una buona qualità, il nostro consiglio è quello di pensare all'acquisto di un Echo, o di un Echo Plus, se invece per voi la potenza audio non è una caratteristica essenziale, Echo Dot è la soluzione ideale per le vostre necessità.

Le selezioni di prodotti o servizi contenute in questo articolo sono affidabili e indipendenti. In alcune occasioni, viene percepita una commissione sugli acquisti effettuati tramite i link presenti nel testo, senza alcuna variazione del prezzo finale.