L'ecosistema di prodotti Nest non è fatto solo da telecamere di sorveglianza, campanelli smart e termostati. In realtà, l'azienda leader nel settore della domotica intelligente, produce una grande quantità di device pensati proprio per rendere la casa dei suoi utenti più smart e soprattutto più sicura. E se alcuni dei prodotti di Nest, in Italia non sono ancora in vendita, non è questo il caso del Nest Protect, un rilevatore di fumo e monossido di carbonio che – connesso perennemente ai server di Nest tramite WiFi – controllerà l'abitazione dove è installato e sarà gestibile anche in remoto grazie all'ottima applicazione dell'azienda, cuore ormai dei sistemi di Nest.

Secondo un recente studio, quarant'anni fa un incendio impiegava mediamente fino a 30 minuti per divampare, mentre oggi ne bastano solo 5. Il motivo è ovviamente legato ai materiali che oggigiorno si utilizzano per costruire, in gran parte sintetici, ed è per questo che le tecnologie di controllo e gestione del fumo e del monossido di carbonio hanno fatto passi da gigante.

Sostanzialmente il Nest Protect è proprio questo, un rilevatore di fumo e monossido di carbonio che non si limita ad emettere semplicemente un allarme sonoro, ma comunica con l'utente anche in remoto, tramite lo smartphone. Protect, inoltre, utilizza un sensore a spettro suddiviso con il quale – sfruttando due lunghezze d'onda differenti per la luce –  è in grado di individuare in tempo reale i diversi tipi di fumo e riconoscere eventuali incendi, sia a combustione lenta che a combustione veloce.

Il corretto funzionamento è garantito dagli oltre 400 test giornalieri di batteria e sensori, che possono essere effettuati anche manualmente tramite l'applicazione dell'azienda, disponibile per iPhone e Android, oppure tramite il grande tasto circolare posizionato al centro del rilevatore.

Nest Protect non è piccolo. Le dimensioni sono 135 x 135 x 38,5 mm e il peso è di 379 grammi. Il dispositivo è realizzato in plastica e la parte anteriore caratterizzata da una trama di piccoli cerchi, tramite i quali sarà possibile l'analisi dell'ambiente circostante. Per l'alimentazione vengono utilizzate sei batterie di tipo AA e al centro della parte frontale del Protect è presente un LED circolare che può essere utilizzato anche come luce notturna, che si accenderà automaticamente al passaggio di una persona.

Come per ogni rilevatore, la durata dei filtri e dei sensori è limitata: nel caso del Nest Protect sarà possibile utilizzarlo per 10 anni senza alcuna preoccupazione, se non quella di dover sostituire le batterie ogni qualvolta dovessero scaricarsi.

Molto semplice l'installazione che può essere eseguita da chiunque: basterà fissare la base che esce dalla confezione tramite le viti incluse, ed "avvitarci" il Nest Protect che potrà essere, in ogni caso, smontato e aperto ogni qualvolta ce ne fosse la necessità.

Il tutto è gestito ovviamente dall'applicazione ufficiale di Nest, la stessa con la quale vengono gestite le telecamere di sorveglianza dell'azienda e il campanello smart Nest Hello: qualora il Nest Protect dovesse essere installato nella stessa stanza di una delle telecamere, sotto l'immagine inquadrata verrà visualizzata una piccola icona con la quale si potrà vedere lo stato dell'aria.

Sempre tramite l'applicazione è possibile avviare il test dei sensori, oppure avere accesso a una cronologia completa giornaliera sullo stato dell'aria nell'ambiente controllato. Inoltre, tramite le impostazioni, si potrà attivare o disattivare la funzione relativa alla luce di passaggio, oppure disattivare gli avvisi sonori nei rari casi di falso allarme.

Ma tutta questa tecnologia ha un costo. Se per un normale sensore del genere il prezzo da spendere è intorno ai 50 euro, per portarsi a casa un Nest Protect è necessario spendere 129 euro. È un prezzo alto, senza dubbio, ma tutto sommato adeguato alla qualità del dispositivo e dei servizi offerti da Nest che, ancora una volta, ha introdotto nel mercato probabilmente il migliore rilevatore di fumo e monossido di carbonio smart attualmente disponibile.