Con il Mi8, è come se Xiaomi avesse fatto un passo indietro. Almeno per quanto riguarda il design. L'azienda cinese aveva sorpreso tutti con il design borderless del suo primo MiMix e dei successivi MiMix 2 e MiMix 2s, ma con il suo nuovo top di gamma è come se fosse "caduta nella trappola del notch", prendendo chiaramente ispirazione dallo smartphone che ha dato il via a questa scelta stilistica: l'iPhone X.

Design Xiaomi Mi8

Ma ispirazione ed infinite discussioni sul notch a parte, in mano lo Xiaomi Mi8 è estremamente gradevole al tatto e molto piacevole da utilizzare, anche grazie alla curvatura nella parte posteriore del dispositivo: un elemento caratteristico di tutti gli ultimi smartphone della serie ed effettivamente molto gradevole.

La qualità dei materiali utilizzati e le tecniche di realizzazione sono da puro top di gamma e anche se lo Xiaomi Mi8 non è impermeabile, il design pensato da quelli dell'azienda è molto morbido e armonico. Insomma, lo Xiaomi Mi8 è veramente bello, ben costruito e molto leggero.

Hardware Xiaomi Mi8

Lo Xiaomi Mi8 è il top di gamma dell'azienda per il 2018. E a confermare la cosa è il processore Qualcomm Snapdragon 845 octa core da 2,8 GHz, dalla GPU Adreno 630 e dai 6 GB di memoria ram. Inoltre, lo il nuovo smartphone dell'azienda è disponibile in 3 tagli di memoria 64/128 e 256 GB e tutte le configurazioni utilizzano memorie di tipo UFS 2.1.

Ecco la scheda tecnica dello Xiaomi Mi8:

  • Processore: Qualcomm Snapdragon 845 octa-core
  • GPU: Adreno 630
  • Memoria: 6GB RAM – 64/128/256GB UFS 2.1 storage
  • Fotocamere posterori: 12mpx OIS f/1.8 + 12mpx Tele f/2.4- 4K/1080 video
  • Fotocamera frontale: 20mpx – Full HD video
  • Connettività: 802.11 ac Wi-Fi (2.4 e 5GHz), Bluetooth 5.0, 4G LTE, Type-C
  • Dual nano-SIM: Dual LTE
  • Posizionamento: GPS Doppia Banda, A-GPS, Glonass, BeiDou
  • Sistema operativo: Android Oreo 8.1 + Miui 9.5 / Miui 10
  • Display: 6.21 pollici 2248 x 1080 SuperAmoled 18:9
  • Batteria: 3400 mAh, Quick Charge 4.0+​
  • Dimensioni e peso: 154.9 x 74.8 x 7.6 mm / 175g

Una piccola curiosità: lo Xiaomi Mi8 è il primo smartphone ad utilizzare un modulo GPS a doppia frequenza, il che permette di avere una precisione maggiore nella geolocalizzazione, rispetto alla tradizionale monobanda, evitando le interferenze che si creano quando si è al chiuso o in zone con palazzi molto alti.

La batteria è da 3400 mAh che dallo Snap 845 ha molto benefici, e permette di arrivare a fine giornata anche con un utilizzo piuttosto intenso. Dai miei test sono giunto alla conclusione che è possibile raggiungere tra le 7 e le 8 ore di schermo attivo.

Display e Notch Xiaomi Mi8

Il display dello Xiaomi Mi8 è da 6.21 pollici con un pannello FullHD+ (e una risoluzione di 2248 x 1080 pixel) SuperAmoled. I colori sono molto brillanti e la luminosità è veramente altissima. Inoltre, il vetro che copre il pannello è un Corning Gorilla Glass 5  e i suoi riflessi estremamente ridotti rendono il top di gamma dell'azienda cinese estremamente leggibile anche in condizioni di luce diretta.

Nelle impostazioni di sistema è possibile modificare la gestione di visualizzazione dei colori che seppure potrebbero sembrare spenti con quella normale, attivando una modalità specifica che esalta la saturazione, il risultato cambia totalmente e i colori risulteranno estremamente esplosivi.

È presente l'Always on display per visualizzare sempre l'orario, ma non le modifiche, e grazie al pannello oled non influisce troppo sulla durata della batteria. Una piccola curiosità: per evitare l'effetto burn-in del pannello, la visualizzazione dell'orario non è fissa, ma si muove costantemente in varie zone dello schermo.

E veniamo alla nota (per alcuni) dolente: il Notch. Perché sì, nel se il nuovo smartphone dell'azienda implementa tutte le funzionalità necessarie per classificarsi tra i top di gamma del 2018, tra queste troviamo anche la tacca, che inoltre risulta più grande rispetto a quella implementata negli smartphone della concorrenza ed integra tutti i sensori di prossimità, la capsula auricolare e il led di notifica e un infrarossi che viene utilizzato per illuminare il volto nel caso in cui si volesse utilizzare lo sblocco con il riconoscimento del viso in ambienti bui.

Ed è qui che quelli di Xiaomi hanno toppato. Perché, parliamoci chiaro, il notch non è il "male assoluto", ma solo se gestito da un software ottimizzato a dovere, particolare che nel Mi8 purtroppo non è presente: anche se è possibile nascondere la tacca con un colore nero, nella parte sinistra è sempre presente un orologio che purtroppo elimina totalmente la possibilità di visualizzare le icone delle notifiche.

Per vedere le notifiche sarà quindi necessario scorrere verso il basso il notification drawer: certo, effettuare uno swipe è un attimo, ma è andata persa una funzione che è stata sempre presente sugli smartphone Android e nei primi giorni di utilizzo la cosa mi è risultata piuttosto scomoda.

Fotocamera Xiaomi Mi8

Se per il primo periodo di vita dell'azienda, gli smartphone Xiaomi non erano palesemente in grado di concorrere con gli altri top di gamma, da qualche tempo le cose sono cambiate notevolmente: la qualità delle foto scattate con lo Xiaomi Mi8 mi ha sorpreso sotto diversi punti di vista, ma andiamo con ordine.

Il comparto fotografico del top di gamma dell'azienda è composto da una doppia fotocamera posteriore: il sensore principale è da 12 megapixel con una lente ƒ/1.8, mentre quello secondario è sempre da 12 megapixel ma con una lente tele con apertura focale ƒ/2.4 in grado scattare foto con uno zoom 2x.

La qualità delle foto in condizioni di buona luminosità è eccezionale, gli scatti sono nitidi, ricchi di dettagli e molto naturali nonostante la presenza dell'intelligenza artificiale che regola le impostazioni in base alla scena inquadrata. Inoltre, l'effetto bokeh è uno dei punti di forza dello Xiaomi Mi8 e il software che gestisce la fotocamera nella Miui permette di applicare numerosi effetti di luce dopo aver utilizzato l'effetto ritratto e il risultato è estremamente piacevole: probabilmente uno dei migliori che mi è capitato di provare.

Buono l'HDR e buone anche le foto in condizioni di scarsa luminosità, dove l'intelligenza artificiale fa il suo lavoro, anche se mi è capitato di trovare la funzione HDR attivata in automatico anche di notte e di aver realizzato scatti piuttosto rumorosi.

I video vengono registrati in 4K ma solo con la stabilizzazione ottica, a 1080p invece entra in gioco anche quella elettronica. È possibile inoltre scattare slowmotion a 1080p e 240 fps, con risultati molto buoni.

Software Xiaomi Mi8

Lo Xiaomi Mi8 è animato da Android 8.1 e personalizzato dalla Miui 9.5. Uno strano controsenso, visto che lo smartphone è stato presentato in concomitanza della Miui 10 (che è comunque installabile in beta manualmente scaricandola da Xiaomi.eu).

Nonostante l'esperienza utente con la nuova versione della Miui sia sostanzialmente più piacevole, anche con la 9.5 il software risulta sempre ricco di funzionalità e fluido. È possibile sdoppiare alcune applicazioni ed è presente un'area privata del proprio telefono. Tutte le funzionalità alle quali siamo stati abituati da Xiaomi sono disponibili anche nel Mi8, e grazie all'hardware molto potente e ad una buona ottimizzazione, tutto funziona senza alcun lag o rallentamento.

Come vi accennavo prima, l'unica vera pecca del software dello Xiaomi Mi8 è la gestione del notch, che sostanzialmente prende spunto da una delle caratteristiche più noiose di iPhone X: e di nuovo, non è possibile visualizzare le notifiche ai lati della tacca. Ma se, da un lato, potrebbe essere una noia non indifferente per chi utilizza Android da sempre, dall'altro potrebbe far sentire "a casa" gli ex utenti di iPhone, da tempo abituati a visualizzare le notifiche in questa modalità.

Prezzo in Italia Xiaomi Mi8

Xiaomi Mi8 è disponibile in Italia dall’8 agosto, presso i Mi Store Autorizzati, Mediaworld e Unieuro, seguiti da Euronics, Expert e Trony. Le versioni in vendita sono due: Xiaomi Mi8 6 GB + 64 GB da 390 euro e Xiaomi Mi8 6 GB + 128 GB a 439 euro.

Si tratta tutto sommato di uno smartphone concreto, e con un ottimo rapporto qualità prezzo. Certo i difetti ci sono, e alcuni sono anche fastidiosi, ma sono ben pochi rispetto ai suoi pregi: la potenza hardware, le prestazioni, la durata della batteria e l'ottima qualità della fotocamera lo rendono senza dubbio uno dei migliori smartphone del 2018.