Opinioni
24 Maggio 2018
16:59

Recensione Xiaomi Mi Mix 2s: caratteristiche e prezzi che ne fanno un puro top di gamma

Dopo sei mesi dalla presentazione del Mi Mix 2, l’azienda cinese ha deciso di aggiornare nuovamente il suo top di gamma introducendo un hardware estremamente potente e conservando alcune caratteristiche costruttive che in tanti hanno apprezzato nei modelli precedenti: qual migliore biglietto da visita per l’apertura del primo retail store in Italia per Xiaomi?
A cura di Dario Caliendo

In concomitanza con l'apertura del primo retail store, dell'arrivo ufficiale di Xiaomi in Italia, e in un (noioso) mondo pieno di notch, arriva nel Bel Paese l'ultima versione dello smartphone che di fatto ha dato il via al mondo dei dispositivi borderless ed in effetti l'unica validissima alternativa a chi il notch proprio non lo vuole vedere: si chiama Xiaomi Mi Mix 2s, è realizzato in ceramica, utilizza l'ultimo processore di Qualcomm e costa meno di 600 euro.

Design Xiaomi Mi Mix 2s

Disponibile in due colorazioni, bianca e nera, il biglietto da visita del Mi Mix 2s è senza ombra di dubbio il retro realizzato in materiale ceramico. Si tratta di una soluzione introdotta dall'azienda con la prima versione del Mi Mix e che continua a dare i suoi benefici anche nell'ultimo aggiornamento del top di gamma. Inizialmente potrebbe sembrare scivoloso nell'impugnatura, ma dopo essersi abituati al materiale diventa praticamente impossibile non apprezzarne la resistenza: grazie a questo materiale, il retro dello Xiaomi Mi Mix 2s è estremamente resistente ai graffi.

Il profilo è realizzato in metallo opaco, mentre la parte frontale del dispositivo è praticamente tutto schermo ed integra una piccolissima fotocamera posizionata in basso a destra. Il sensore di prossimità è di tipo ultrasonico ed è nascosto nella parte superiore del pannello: insomma l'effetto wow dello schermo borderless e senza notch è assicurato, soprattutto nella versione nera (che io preferisco alla bianca). Purtroppo rimane non resistente ad acqua e polvere.

Hardware Xiaomi Mi Mix 2s

Sulla carta, l'hardware dello Xiaomi Mi Mix 2s è una bomba. Il processore che anima lo smartphone è il nuovissimo Qualcomm Smapdragon 845 octa core da 2,8 Ghz, affiancato da 6 GB di Ram e 64 o 128 GB di memoria interna, non espandibili. Le prestazioni sono da primo della classe in tutte le operazioni possibili: dai giochi al rendering dei video, fino all'editing delle foto e la navigazione web, tutto scorre estremamente veloce sul top di gamma dell'azienda cinese. Unico neo, la tastiera: nelle mie prove ho notato una serie di micro-lag in fase di digitazione, sia con la tastiera di Google che con Swiftkey. È una cosa piuttosto snervante, ma è un problema già visto sugli smartphone dell'azienda, puntualmente corretto con un aggiornamento software.

Buona la connettività LTE fino a 1024 Mbps, ottimo il WiFi ac a doppia banda che è in grado di connettersi a reti senza fili deboli: nella mia esperienza d'uso ho visto il Mi Mix 2s connettersi a reti con le quali altri dispositivi top di gamma (iPhone compreso) avevano enormi difficoltà. Niente jack per le cuffie, che possono essere connesse alla porta USB Type-C tramite l'adattatore incluso nella confezione, purtroppo l'uscita USB-C non supporta lo standard 3.1, che avrebbe permesso l'utilizzo di adattatori video.

Display Xiaomi Mi Mix 2s

Il display dello Xiaomi Mi Mix 2s è praticamente identico alla versione precedente. Si tratta di un pannello IPS da 5,99 pollici (senza notch) con una risoluzione FullHD+ da 2160 x 1080 pixel. Lo schermo è molto luminoso, anche se la regolazione automatica è leggermente più lenta rispetto ad altri top di gamma e la visibilità in condizioni di luce diretta non è alla pari dell'hardware e dei materiali d'utilizzo che caratterizzano lo smartphone.

Buoni il bilanciamento dei colori e il bilanciamento del bianco, che possono comunque essere modificati in ogni minimo particolare tramite una sezione apposita nelle impostazioni del dispositivo.

Fotocamera Xiaomi Mi Mix 2s

Xiaomi Mi Mix 2s utilizza un sistema a doppia fotocamera con sensori da 12 megapixel stabilizzati otticamente. La fotocamera principale è una  ƒ/1.8 "classica", mentre quella secondaria è una  ƒ/2.4 con uno zoom ottico 2X. Insomma, è la stessa soluzione introdotta da Apple anni fa, e la qualità e praticamente la medesima: le foto in condizioni di luminosità sufficiente sono ottime, molto dettagliate e con colori e bianchi ben bilanciati. Buone anche le prestazioni in condizioni di scarsa luminosità, anche se in alcuni casi le foto potrebbero risultare piuttosto rumorose.

Il software che gestisce la fotocamera nel complesso è buono e semplice. Si utilizza senza alcun problema e non solo integra le live photo o la modalità di scatto ritratto, ma utilizza un sistema di intelligenza artificiale in grado di riconoscere repentinamente il soggetto inquadrato e di ottimizzare le condizioni di scatto. E lasciatemelo dire: in alcuni casi la differenza è palese e il risultato è più che buono.

Discreti i video registrati in 4K con stabilizzazione elettronica, bene ma non benissimo la fotocamera frontale che integra un sensore da 5 megapixel  ƒ/2.0 e che, dato il posizionamento, richiede di ruotare il telefono per ottenere risultati decenti. Insomma, quelli di Xiaomi avrebbero potuto fare di meglio con la fotocamera frontale.

Autonomia batteria Xiaomi Mi Mix 2s

La batteria utilizzata nel top di gamma di Xiaomi è una 3400 mAh e le prestazioni sono ottime. È presente la ricarica wireless e permette senza alcun problema l'utilizzo del dispositivo per una giornata intera. Tutto sommato ne sono più che soddisfatto e con un utilizzo non troppo pesante sarà possibile raggiungere anche due giorni senza dover ricaricare lo smartphone.

Software Xiaomi Mi Mix 2s

Con un hardware e dei materiali di questo livello, non si può che considerare il comparto software il tallone d'Achille del Mi Mix 2S. La versione di Android è Oreo 8.1 personalizzata dalla MIUI 9.5. La GUI di Xiaomi è piuttosto invasiva ma integra una serie di funzioni aggiuntive che potrebbero piacere a tutti gli utenti. È possibile creare uno spazio secondario per gestire il dispositivo come se ci fossero due utenti, oppure è possibile utilizzare un'interfaccia modificata.

Il tutto è gestito con delle gesture estremamente comode, che è possibile disattivare, e che vi permetteranno di gestire tutte le funzionalità del dispositivo esclusivamente con degli slide: personalmente le ho apprezzate parecchio e dopo aver utilizzato il Mi Mix 2S, ne ho addirittura sentito la mancanza utilizzando l'iPhone X.

Purtroppo però, l'attuale versione Global del firmware è ancora poco ottimizzata, alcuni elementi delle impostazioni sono in lingua inglese e i mirco-lag che potrebbero comparire nella tastiera in fase di digitazione sono piuttosto fastidiosi.

Conclusioni e prezzo di vendita in Italia di Xiaomi Mi Mix 2s

Xiaomi Mi Mix 2s sarà venduto ufficialmente in Italia da Xiaomi, anche nel nuovo Xiaomi Store di Milano. Il prezzo di vendita ufficiale del dispositivo è di 499 euro per la versione da 64 GB e di 599 euro per la versione da 128 GB. È un prezzo estremamente aggressivo, per un dispositivo molto performante e realizzato con materiali e tecniche di costruzione di altissimo livello, ben più alte rispetto ad alcuni top di gamma venduti a prezzi sicuramente più importanti.

L'arrivo ufficiale in Italia dell'azienda cinese potrebbe mettere in seria difficoltà tutti i competitor che, in alcuni casi, vendono i propri top di gamma a prezzi più alti e con un rapporto qualità/prezzo decisamente meno competitivo. Insomma, se dovessi consigliare l'acquisto di un top di gamma, lo Xiaomi Mi Mix 2s sarebbe sicuramente nella mia top 3 dei dispositivi must-buy del 2018.

Recensione Xiaomi Mi8, l'ottimo top di gamma cinese cade nella
Recensione Xiaomi Mi8, l'ottimo top di gamma cinese cade nella "trappola del notch"
346.624 di Tecnologia Fanpage
Recensione Pocophone F1 by Xiaomi: un top di gamma economico, con molti compromessi
Recensione Pocophone F1 by Xiaomi: un top di gamma economico, con molti compromessi
210.034 di Tecnologia Fanpage
Recensione Xiaomi Mi8, l'ottimo top di gamma cinese cade nella
Recensione Xiaomi Mi8, l'ottimo top di gamma cinese cade nella "trappola del notch"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni