21 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Opinioni

Lo smartwatch e-ink di Sony e le scarpe realizzate in collaborazione con New Balance

I due nuovi dispositivi di Sony svelati ad IFA 2018 si allontanano dal mondo della tecnologia tradizionale e pensano al mondo della moda, anticipandone probabilmente il futuro: un futuro in cui, i display non saranno esclusivamente in tasca o sul polso degli utenti, ma si potranno letteralmente indossare.
A cura di Dario Caliendo
21 CONDIVISIONI

Anno ricco di novità per Sony, che ad IFA 2018 ha presentato la sua nuova lineup di dispositivi, accompagnati da un top di gamma (il Sony XZ3) e due device totalmente nuovi, con una caratteristica in comune molto particolare e che confermano quello che ormai è un dato di fatto: il 2018 è l'anno della ribalta per la tecnologia e-ink.

Immagine

Quest'anno assieme a  Lenovo, con il suo nuovo YogaBook C930, ma anche Sony ha deciso di puntare su questa tecnologia più che rodata (la stessa che anima i display dei lettori digitali come i Kindle di Amazon) facendone la caratteristica principale di due dispositivi indossabili: uno smartwatch e un paio di scarpe realizzate con New Balance che, attualmente, sono ancora un prototipo.

L'orologio e-ink di Sony

Si chiama Sony Fes Watch U e no, in effetti non è una novità di questo IFA 2018. Ma dopo un annuncio arrivato a fine 2014 e una breve apparizione ad IFA 2016, questo particolare orologio (ben diverso dai tradizionali smartwatch) è ormai pronto ad arrivare anche nel vecchio continente: Sony ha deciso di comunicare data di disponibilità e prezzo di vendita del suo orologio e-ink proprio in occasione di IFA 2018.

Immagine

Sostanzialmente il Sony Fes Watch U è un orologio chiaramente più dedicato al mondo della moda che a quello della tecnologia, e il motivo è semplice: l'unica funzione "smart" che integra il nuovo indossabile dell'azienda giapponese è la connessione con lo smartphone tramite bluetooth, ma manca di tutte quelle funzionalità basilari che rendono un dispositivo smart. La sua peculiarità sono un quadrante e un cinturino realizzati proprio con la tecnologia e-ink, grazie ai quali sarà possibile cambiare all'istante il tema visualizzato scegliendo tra uno degli oltre 100 predefiniti o le varie alternative presenti nell'applicazione. Sarà inoltre possibile realizzare dei temi personalizzati utilizzando le proprie foto.

Sony Fes Watch U sarà disponibile anche in Italia a partire da metà settembre, in esclusiva Amazon, al prezzo di partenza di 529 sterline (circa 580 euro) per la variante silver e 699 sterline (circa 780 euro) per la variante nera.

Le scarpe e-ink in collaborazione con New Balance

Nate dallo stesso incubatole che ha dato vita al Sony Fes Watch U, chiamato First Flight, le sneakers con display e-ink realizzate in collaborazione con New Balance sono attualmente solo un prototipo, ma sono riuscite ad attirare l'attenzione di tutti i presenti allo stand di Sony di IFA 2018.

Il concetto è semplice ed in effetti è molto strano vedere dispositivi e-ink al di fuori dal mercato asiatico, ma secondo l'azienda giapponese l'Europa e tutto il mercato occidentale sono ormai pronti: con queste scarpe è possibile personalizzare, sfruttando il display ad inchiostro elettronico, il tema visualizzato nel logo di New Balance e sotto la suola della scarpa.

Immagine

Al momento della presentazione, Sony non ha comunicato il metodo di funzionamento di queste scarpe (semmai venissero prodotte per la vendita). È lecito ipotizzare però, che potrebbero utilizzare la stessa tipologia di interazioni dell'orologio e-ink, e permettere agli ipotetici acquirenti di scegliere e personalizzare il tema da visualizzare sul logo e sulla suola.

Chiaramente, produrre ed indossare delle scarpe e-ink non è la scelta più comoda, funzionale e "lavabile" (le batterie e l'acqua non vanno molto d'accordo), in effetti rimane troppo complicata e non è la prima volta che viene proposta un'idea del genere: ShiftWear da anni ha cercato di portare avanti le sue scarpe e-ink con display a colori, raccogliendo oltre 1 milione di dollari su Indiegogo, per poi ammettere di aver chiuso il progetto proprio per il problema dell'acqua, almeno finché non riuscirà a raccogliere altri fondi economici.

Ma una cosa è chiara: i nuovi dispositivi di Sony mettono in risalto quello che potrebbe essere il futuro della moda, in cui i display non saranno esclusivamente in tasca o al polso, ma si potranno letteralmente indossare.

21 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views