Sta per terminare l'attesa per avere nuove funzionalità in Among Us, il noto videogioco sulle deduzioni sociali sviluppato da InnerSloth. Il prossimo 31 marzo è infatti previsto il nuovo aggiornamento The Airship, che include anche un sistema di account per garantire un ambiente di gioco più sicuro e pacifico. In seguito al successo improvviso esploso nei mesi scorsi, il team di sviluppo ha lavorato per limitare hacker, cheater e in generale la tossicità all'interno delle lobby pubbliche di Among Us. Ecco spiegata la necessità di un sistema di account da accorpare all'aggiornamento. È già possibile capire come funzionerà grazie a un dettagliato post pubblicato da InnerSloth sul proprio blog.

Con l'aggiornamento, la registrazione tramite account sarà obbligatoria per modificare il proprio nickname visualizzato dagli altri utenti, oltre che per accedere alla chat gratuita. In caso contrario, sarà possibile giocare ad Among Us come "ospite". In questo modo il nickname verrà assegnato in maniera casuale e si avrà accesso solo alla Quickchat, la ruota composta da frasi predefinite. Inoltre, chiunque non abbia raggiunto l'età per il consenso digitale (di solito è 13 anni ma varia da paese a paese) potrà crearsi un account e partecipare alla chat gratuita solo con il permesso di un genitore o di un tutore.

Novità previste anche per il sistema di segnalazione: si potranno segnalare utenti per chat e nickname offensivi, imbrogli, hacking, molestie e cattiva condotta. I report verranno letti e analizzati da un moderatore umano, che potrà procedere col ban temporaneo o permanente, anche degli account secondari. Non è tutto: InnerSloth ha dichiarato di voler aggiungere prossimamente la possibilità di un sistema di amici, per permettere il trasferimento di cosmetici tramite dispositivi. Tra i progetti futuri del team c'è anche il modo di collegare più account. Non sono state dichiarate tempistiche a riguardo, ma è comprensibile: il titolo giocato da centinaia di milioni di utenti al momento è sviluppato da sole cinque persone.