28 Maggio 2015
19:16

Google I/O, tutti i dettagli di Android M e della Developer Preview

Sul palco del Google I/O, l’annuale conferenza organizzata per presentare le novità di Big G, l’azienda di Mountain View ha annunciato l’arrivo della Developer Preview di Android M, il nuovo sistema operativo destinato ai dispositivi Android.
A cura di Marco Paretti

Sul palco del Google I/O, l'annuale conferenza organizzata per presentare le novità di Big G, l'azienda di Mountain View ha annunciato l'arrivo della Developer Preview di Android M, il nuovo sistema operativo destinato ai dispositivi Android. Google ha inoltre svelato in anteprima varie funzionalità disponibili all'interno della preview, mostrando per la prima volta l'aspetto e le caratteristiche di Android M, una release che punta a rifinire e migliorare gli aspetti che hanno caratterizzato il sistema operativo fino ad ora.

Tra queste c'è, per esempio, App Permissions. La funzionalità ci permetterà di dare il permesso ad ogni applicazione di utilizzare una specifica funzione: la localizzazione, il microfono o la fotocamera, per esempio. Il tutto in maniera simile a quanto avviene su iPhone; il permesso viene chiesto solo alla prima attivazione per ogni app, evitando di dover continuare a dare permessi che abbiamo già dato più volte al sistema. Google ha inoltre migliorato l'interattività con i link: d'ora in poi gli sviluppatori potranno integrare all'interno delle app dei pannelli personalizzati di Chrome con i quali aprire i vari link. La caratteristica interessante è che questi pannelli supporteranno dati d'accesso, preferenze e password già memorizzate all'interno del browser su mobile.

C'è poi il supporto ad Android Pay, la risposta di Google ad Apple Pay, e l'autenticazione tramite impronte digitali. Quest'ultima sarà richiesta in caso di pagamento tramite Android Pay, come avviene sui dispositivi della mela. Fondamentale anche l'impegno nell'aumentare la durata della batteria. Per questo Google ha pensato alla funzionalità Doze: il dispositivo rileva i movimenti ed è in grado di capire quando non viene utilizzato, per esempio perché è stato appoggiato su un tavolo, andando in uno stato di standby "profondo" che aiuta ad allungare la durata della batteria. Android M supporterà il nuovo standard USB C. Infine, Google promette molte rifiniture all'interno del sistema operativo, come la possibilità di modificare i volumi (suoneria, sistema e sveglia) in maniera separata.

Novità anche per quanto riguarda l'assistente vocale di Android: Google Now. Ora il sistema fornirà risposte contestualizzate, sia dal punto di vista fisico che "virtuale". Ciò significa che se per esempio ci troviamo i viaggio, Google Now ci fornirà l'elenco delle stazioni di benzina presenti sulla strada che stiamo percorrendo. In aeroporto, invece, l'assistente mostrerà un pannello per richiedere automaticamente una vettura con Uber. Ma la contestualizzazione riguarderà anche il sistema operativo: state ascoltando una canzone di Skrillex su Spotify? Potrete chiedere semplicemente "Qual è il suo vero nome?" per ottenere una risposta riguardante Skrillex, senza necessità di nominarlo. Quest'ultima funzionalità si chiama Now on Tap e permetterà di ottenere risposte contestualizzate semplicemente premendo sul pulsante Home all'interno delle varie applicazioni. Un nostro amico ci invia l'indirizzo di un ristorante? Con Google Now potremo accedere immediatamente ai contatti, recensioni e indicazioni per raggiungerlo, senza dover uscire dall'app per i messaggi. Nel corso della conferenza è stata inoltre presentata Google Photos: una nuova applicazione per gestire il proprio rullino fotografico. La Developer Preview di Android M sarà disponibile a partire da oggi per Nexus 5, 6, 9 e Player.

Google Inbox disponibile per tutti gli utenti
Google Inbox disponibile per tutti gli utenti
Android M, la presentazione al Google I/O 2015
Android M, la presentazione al Google I/O 2015
Tutte le novità in arrivo con Android M
Tutte le novità in arrivo con Android M
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni