167 CONDIVISIONI
25 Maggio 2015
11:29

Tutte le novità in arrivo con Android M

Nel corso della conferenza Google I/O del 28 maggio l’azienda di Mountain View svelerà la prossima versione di Android. Grazie ad alcune indiscrezioni, però, siamo già a conoscenza di alcuni degli elementi che caratterizzeranno il nuovo sistema operativo.
A cura di Marco Paretti
167 CONDIVISIONI

Sono passati solo pochi mesi dal rilascio di Android 5.0 Lollipop, l'ultima versione del sistema operativo di Google, eppure già si guarda con interesse a quella che sarà la prossima release di Android, la quale sarà svelata nel corso della conferenza Google I/O che avrà inizio il prossimo 28 maggio. Sono molti, però, gli elementi trapelati nel corso delle ultime settimane e che andranno probabilmente a comporre la prossima versione del sistema operativo dell'azienda di Mountain View: Android M. Tra questi troviamo nuove funzionalità software, integrazioni con sistemi di terze parti e un maggiore focus sulla sicurezza.

Ed è proprio quest'ultimo punto a rappresentare una priorità per Google; l'azienda ha già cominciato a sottolineare l'importanza della sicurezza con diverse introduzioni che hanno caratterizzato l'ecosistema Android nelle ultime settimane. Tra queste la possibilità di rintracciare il proprio smartphone tramite Google e un'opzione per eliminare ogni informazione contenuta all'interno del dispositivo nel caso in cui venga rubato. In Android M Google introdurrà un metodo d'autenticazione unico che ci permetterà di accedere alle applicazioni supportate tramite impronta digitale. Per questo motivo la funzionalità non sarà attiva in tutti i dispositivi ma solo in quelli dotati di sensore per le impronte, tra cui il Galaxy S6 e S6 Edge. Se questa notizia dovesse essere confermata, è probabile che anche il prossimo Nexus supporterà questa tecnologia.

Un altro campo fondamentale per Google sarà quello della demotica. Secondo alcune indiscrezioni, l'azienda di Mountain View sarebbe al lavoro sullo sviluppo di una versione di Android dedicata alle case intelligenti. Una mossa che andrebbe a contrastare l'impegno di Apple nello stesso settore – la soluzione della mela si chiama HomeKit – grazie ad alcune partnership con produttori come Nest e altri. Ci si aspetta quindi l'introduzione di alcune funzionalità che possano legare il proprio smartphone dotato di Android M con la propria casa, un po' come avviene con Lollipop e gli smartwatch basati su Android Wear. Discorso simile per quanto riguarda Android Auto, il sistema che collega il nostro smartphone al sistema di intrattenimento dell'automobile. In questo caso le indiscrezioni indicano una maggiore integrazione di Android nell'esperienza di guida, probabilmente grazie ad una nuova piattaforma creata specificatamente per le vetture.

Con Android M Google punterà anche ad unificare il sistema di notifiche, un piccolo cambiamento che risulta ora più che mai necessario. La svolta principale sarà che, una volta letta una notifica da uno dei dispositivi connessi – sia esso uno smartphone, un tablet o un PC -, questa scomparirà dagli altri device. In questo modo non dovremo continuamente leggere notifiche vecchie ogni volta che prendiamo in mano un nuovo dispositivo, come invece avviene attualmente. Questo andrà ad influire anche sulla connessione tra Android M e Android Wear: uno degli elementi fondamentali del nuovo sistema operativo sarà la sempre maggiore connessione con la variante mobile, anche per cercare di contrastare il successo dell'Apple Watch.

C'è poi il discorso del design, che nell'ultima versione, Lollipop, ha subito un profondo rinnovamento. Proprio per questo difficilmente vedremo grandi cambiamenti nella prossima release; più probabilmente Google deciderà di rifinire l'aspetto del sistema operativo piuttosto che stravolgerlo ulteriormente. Ora le grandi incognite restano il nome e la data d'uscita. Per quanto riguarda il primo, nelle ultime ore sul web ha cominciato a circolare il nome Android Macadamia Nut Cookie – biscotto al Macadamia – in riferimento ad un dolce australiano. Visti i precedenti e la voglia di scherzare di Google, però, quest'informazione va presa con le pinze: solo sul palco di Google I/O avremo conferma del nome effettivo. Stesso discorso per la data di rilascio del sistema operativo; basandosi sulle release passate, Android M arriverà probabilmente ad ottobre o novembre 2015, esattamente un anno dopo il lancio di Android 5.0 Lollipop.

167 CONDIVISIONI
Google I/O, tutti i dettagli di Android M e della Developer Preview
Google I/O, tutti i dettagli di Android M e della Developer Preview
Tutte le novità di iOS 9 già presenti in Android
Tutte le novità di iOS 9 già presenti in Android
Android Wear 5.1.1, tutte le novità del nuovo aggiornamento
Android Wear 5.1.1, tutte le novità del nuovo aggiornamento
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni