Nonostante sia un titolo relativamente nuovo, Apex Legends è già diventato un fenomeno sociale e continua a battere tutti i record d'utenza, al punto di essere considerato il diretto competitore di Fortnite anche da Pornhub. Il Battle Royale free-to-play (quindi gratis, ma con microtransazioni) è stato sviluppato dal team di sviluppatori Respawn Entartainment in collaborazione con Electronic Arts ed è ambientato nel mondo di Titanfall, il famoso gioco per console e PC Windows.

Lo stile è simile a quello di Fortnite, PUGB e altri titoli del genere. Un genere che, dato l'incredibile successo ottenuto dai due Battle Royale, nel corso degli ultimi mesi è diventato sempre più ricco di alternative e ha spinto importanti software house a sviluppare una serie di alternative: Activision ha realizzato Blackout, una modalità battaglia reale di Call of Duty, e la stessa Electronic Arts ha sviluppato con DICE Firestorm per il recente Battlefield V.

Le differenze tra Apex Legends e gli altri Battle Royale

Se vi state chiedendo quali siano le differenze tra Apex Legends e titoli come Fortnite e PUBG è presto detto. La caratteristica fondamentale di Apex Legends è che la squadra ha un ruolo fondamentale nel gioco. Ed anche se i giocatori più esperti sono consapevoli delle regole da seguire per vincere da soli con un team casuale, in ogni caso si dovranno seguire delle vere e proprie regole di squadra, anche qualora ci si dovesse trovare in un gruppo con gente sconosciuta.

I membri del team in Apex Legends sono tre, e all'inizio di ogni partita verrà designato un Jumpmaster, cioè un unico giocatore che avrà il compito di decidere la posizione del lancio. Una posizione, che verrà seguita dagli altri giocatori della squadra del tutto automaticamente.

Un'altra enorme differenza tra Apex Legends e gli altri Battle Royale sta nelle leggende d'attacco. In attesa che trovino conferma i rumors che hanno anticipato l'ingresso di NPC (personaggio non giocante) in Apex Legends, attualmente ogni giocatore ha la possibilità di scegliere il proprio personaggio fra gli otto disponibili, ognuno caratterizzato da un suo aspetto, da una propria voiceline e da una serie di abilità dei personaggi. Abilità specifiche che li rendono più o meno letali, con o senza i propri compagni di squadra.

È possibile per esempio scegliere il personaggio Lifeline, ossia un vero e proprio medico che avrà il compito di soccorrere i compagni feriti in battaglia, fornendo vita aggiuntiva e uno scuro. È possibile scegliere Bloodhound, una sorta di cacciatore con l'abilità di seguire le tracce delle sue prede e che ha lo scopo di stanare i nemici. È possibile scegliere Mirage, un personaggio che basa tutti i propri attacchi lanciando degli ologrammi molto realistici. Oppure è possibile scegliere Wraith, ossia una guerriera con l'abilità di sparire tra lo spazio e il tempo e ricomparire dietro i propri avversari.

Ma non finisce qui. Perché in Apex Legends è stato tutto studiato a tavolino, e l'inventario intelligente che collega le armi all'attrezzatura e all'equipaggiamento appropriati ne è solo un esempio. Nel gioco sono presenti anche dei trasmettitori di rientro, ossia delle zone in cui i compagni sconfitti di una squadra possono essere rianimati, e il particolare "Sistema di comunicazione Ping", che permette di interagire con i compagni di squadra semplicemente premendo un pulsante e accedendo a indicazioni contestualizzate a seconda degli elementi che si stanno inquadrando.

Insomma, le caratteristiche proprie di questo gioco gratuito sono tantissime e, chiaramente, sono accompagnate da strategie di gioco che in Apex Legends sono di vitale importanza. Anche le armi e gli equipaggiamenti di Apex Legends sono molto numerosi, e la mappa Kings Canyon – l'unica disponibile – pare essere in grado di offrirne la maggiore varietà: ha moltissimi punti di combattimento e in tutto può ospitare 60 giocatori a partita, cioè 20 squadre da 3 giocatori.

La visuale di gioco di Apex Legends è in prima persona, il che rende il gameplay molto più simile a quello di un FPS, ed anche se è gratuito Respawn ed EA hanno pensato ad un sistema di microtransazioni praticamente perfetto, che include la protezione dalla "sfortuna" in grado di garantire (entro determinate soglie) drop leggendari senza nessun doppione.

È meglio Apex Legende o Fortnite?

Rispondere alla domanda è praticamente impossibile. In realtà il compito di decidere se è meglio Apex Legende o Fortnite sta ad ognuno dei giocatori. Le differenze tra i due giochi sono palesi, ma si tratta di fattori che vanno valutati in via del tutto personale.

Ma se si dovesse decretare un vincitore considerando esclusivamente alcuni dati statistici, si potrebbe affermare che – ad oggi – Apex Legends stia andando meglio di Fortnite, perché il numero di persone che seguono gli streaming dei gameplay di Apex, sono considerevolmente rispetto a quelle che seguono gli streaming dei gameplay di Fornite.

C’è però da considerare un fattore tanto sconosciuto quanto importante: quello dello stream sniping, ovvero quando un utente segue uno streamer “importante” con l’unico scopo di sapere dov’è per poterlo così cercare e “killer”. A confermare questa ipotesi è Tfue, uno degli streamer più seguiti, il cui parere è molto simile a quello di Ninja.

In ogni caso, a prescindere dai freddi dati statistici dovuti al numero di download di Apex Legends e al numero di spettatori che ne seguono gli stream, c’è da dire che a differenza di tanti altri Battle Royale lanciati in questi anni, il titolo di EA e Respawn ha riscosso un successo velocissimo e – sotto certi aspetti – inaspettato, superando Fortnite in pochissimo tempo. Basti pensare che Apex Legends in sole 72 ore ha raccolgo i 10 milioni di giocatori in tutto il mondo, superando proprio il record del gioco di Epic Games, che impiegò oltre 2 settimane per raggiungere questo traguardo.

Apex Legends: caratteristiche del gameplay

Chiunque fosse interessato a conscere nel dettaglio il gameplay di Apex Legends, sul canale ufficiale di YouTube è possibile guardare una serie di video nei quali viene mostrato il gioco in azione, sia in maniera generica, sia per ognuno dei personaggi. Ma oltre a questi dettagli "superficiali", per riuscire a vincere ad Apex Legends è molto importante essere a conoscenza di molte altre informazioni.

Come salire di livello in Apex Legends

Per salire di livello velocemente in Apex Legends la cosa più importante da capire è che il gioco di squadra è la cosa più importante. Giocare con i propri amici in compagnia inoltre, consentirà di guadagnare il 5 percento di punti esperienza in più e sopravvivere il più a lungo possibile o vincere la partita, saranno fattori molto importanti per salire di livello molto più rapidamente. Ma oltre questi particolari, ecco una semplice guida per salire di livello in Apex Legends, con tutte le azioni che permettono di guadagnare punti esperienza (PE o Legend Token):

  • Tempo di sopravvivenza: per ogni minuto in cui si resta in vita, si guadagnano 180 PE.
  • Uccidere i nemici: per ogni uccisione in gioco, si guadagneranno 50 PE.
  • Infliggere danni: si guadagnerà l'equivalente in PE dei danni totali inflitti nella partita, divisi per quattro.
  • Rianimare gli alleati: per ogni alleato rianimato si guadagneranno 25 PE.
  • Resuscitare gli alleati: per ogni compagno di squadra resuscitato si guadagneranno 25 PE.
  • Uccidere i Campioni: per ogni Campione ucciso si guadagneranno 500 PE extra
  • Uccidere i Leader: per ogni Leader della squadra nemica ucciso si guadagneranno 50 PE extra.
  • Giocare con gli amici: giocare insieme ai membri della vostra lista amici darà diritto a un bonus del 5% sui PE guadagnati durante la partita.
  • Finire in Top 3: classificarsi in partita fra i primi 3 varrà 300 PE.
  • Vincere la partita: vincendo il match si guadagneranno 500 PE extra.

Come si sbloccano i personaggi in Apex

Quando si inizia il gioco, non tutti i personaggi di Apex Legends sono disponibili immediatamente. Il titolo infatti integra un sistema di leveling integrato che, proprio come vi spiegavo prima, è basato su Ledend Token o PE (punti esperienza). Per sbloccare tutti i personaggi in Apex Legends sarà necessario racimolare tutti i Legend Token necessari: sappiate però, che per sbloccare un personaggio serviranno 12.000 Legend Token, ma è anche possibile acquistarli con soldi reali.

Qual è (e cos'è) il Level Cap di Apex Legends

Il livello massimo livello di ogni giocatore in Apex Legends è 100. Ogni volta che si sale di livello si riceveranno Legend Token, Apex Pack o entrambi. Una volta raggiunto il livello 100 in Apex Legends, continuando a giocare non si aumenterà più in esperienza, ma si riceveranno token raggiungendo determinate soglie di punti esperienza.

Cos'è il battle pass di Apex Legends

Il Battle Pass in Apex Legends non è altro che un sistema che avanzerà con le varie stagioni di gioco e che premierà i giocatori con accessori esclusivi. Si tratta chiaramente di una microtransazione che in ogni caso non includerà mai oggetti leggendari.

La prima stagione di Apex Legends (e quanto dura)

La prima stagione di Apex Legends si chiama Frontiera Selvaggia ed è iniziata alle ore 18:00 di martedì 19 marzo. Con il suo inizio ha reso disponibile il relativo pass battaglia e Octane, la tanto chiacchierata nuova legenda nel poster. Una stagione in Apex Legends dura circa 3 mesi e costa 950 monete Apex, mentre il bundle pass costerà 2.800 monete. In soldoni, si parla di circa 10 euro per il primo e di poco meno di 30 euro per il secondo, considerando che l'acquisto di soldi in Apex Legends parte da un taglio minimo di 1.000 monete al prezzo di 9.99 euro.

Il pass battaglia della stagione 1 di Apex Legends è interamente focalizzato sulla crescita dei punti esperienza, e i giocatori che acquisteranno il pass avranno subito tre nuove skin a tema per Lifeline, Wraith e Mirage e potranno sbloccare le 100 ricompense esclusive della stagione guadagnando punti esperienza dalle partite giocate.

Apex Legends su Xbox One, PS4 e PC Windows

Apex Legends è un gioco multipiattaforma, cioè disponibile su Xbox One, Ps4 e PC Windows tramite Origins. Attualmente però, non si tratta di un titolo cross platform, e non permette le sfide tra utenti che utilizzano diverse piattaforme. Non è detto che però le cose rimangano sempre così, soprattutto considerando l'intento di Sony di aprire la propria console a selezionati titoli cross-play.

E se per giocare ad Apex Legends su Xbox One è necessario un abbonamento a Xbox Live Gold, curiosamente non è lo stesso con la console di Sony: per giocare ad Apex su PS4 non è necessario l'abbonamento PlayStation Plus per le partite online, e a dare conferma della cosa è la stessa pagina delle FAQ di Electronic Arts.

Requisiti PC di Apex Legends

Se Apex Legends va a scatti sul vostro computer, è perché forse il PC non supporta i requisiti minimi di sistema. Si tratta comunque di requisiti non esosi, anzi, prova di fatto che quelli di Respawn hanno puntato molto sulle persone che preferiscono giocare con il PC e hanno reso il gioco non troppo pesante.

Requisiti minimi di sistema consigliati per Apex Legends:

  • OS: Windows 7 a 64 bit
  • Processore (AMD): AMD FX 4350 o equivalente
  • Processore (Intel): Intel Core i3 6300 o equivalente
  • Memoria: 6 GB – DDR3 @1333 RAM
  • Scheda video (AMD): AMD Radeon™ HD 7730
  • Scheda video (NVIDIA): NVIDIA GeForce® GT640
  • DirectX: Scheda video compatibile con la versione 11 o equivalente
  • Gioco online: Connessione Internet a 512 KBPS o superiore
  • Spazio libero su disco: 22 GB

Requisiti consigliati di Sistema per Apex Legends:

  • OS: Windows 7 a 64 bit
  • Processore (AMD): CPU Ryzen 5 o equivalente
  • Processore (Intel): Intel Core i5 3570K o equivalente
  • Memoria: 8 GB – DDR3 @1333 RAM
  • Scheda video (AMD): AMD Radeon™ R9 290
  • Scheda video (NVIDIA): NVIDIA GeForce® GTX970
  • DirectX: Scheda video compatibile con la versione 11 o equivalente
  • Gioco online: Connessione a banda larga
  • Spazio libero su disco: 22 GB

Apex Legends per iOS e Android

Attualmente il Apex Legends non supporta l'iPhone, l'iPad o gli smartphone e i tablet Android, ma non è detto che le cose saranno sempre così. A confermarlo è lo stesso CEO di Electronic Arts, Andrew Wilson, che in una recente call ha confermato che le due software house stanno studiando il modo per portare Apex Legends su smartphone e tablet e come implementare il closs-plattform.