È una giornata importante, quella di oggi, per Apple. Una giornata che da concretezza alla volontà di Steve Jobs di trasformare la sua Apple da "semplice" produttore di hardware ad azienda di servizi. Una giornata che arricchisce e solidifica sempre più l'ecosistema della mela morsicata, e lo fa con il nuovo Apple News Plus, un servizio a pagamento per sfogliare giornali e oltre 300 riviste, e con Apple Arcade, una novità che in molti definiranno "il Netflix dei videogiochi per smartphone".

E se dopo aver assistito al debutto di Google Stadia, per molti Apple Arcade potrebbe sembrarne un concorrente diretto, la realtà delle cose è ben diversa. Non si tratta di un servizio di streaming di videogiochi, bensì di un vero e proprio catalogo di titoli che saranno disponibili agli abbonati, ma che dovranno essere scaricati in locale su ognuno dei dispositivi associati all'account.

"L’App Store è la piattaforma più grande e amata al mondo per i videogame. Ora con Apple Arcade, il primo servizio di gaming in abbonamento per dispositivi mobili, computer desktop e tv, i giochi faranno un salto di qualità” ha dichiarato Phil Schiller, Senior Vice President of Worldwide Marketing di Apple. “Insieme ad alcuni degli sviluppatori più innovativi al mondo, stiamo lavorando alla creazione di oltre 100 giochi originali per iPhone, iPad, Mac e Apple TV. I giochi di Apple Arcade saranno adatti alle famiglie e rispetteranno la privacy degli utenti, senza pubblicità e senza acquisti in-app. Crediamo che Apple Arcade sarà accolto con entusiasmo dai gamer di ogni età.”

Apple Arcade introdurrà una modalità di accesso innovativa ad una selezione di nuovi giochi che non saranno disponibili su altre piattaforme mobili o altri servizi a pagamento: anziché pagare i singoli titoli, un unico abbonamento darà ai giocatori la possibilità di provare qualsiasi gioco nel servizio, senza rischi. Dal momento che ogni gioco include l'accesso all'esperienza completa, incluse tutte le feature, i contenuti e futuri aggiornamenti del gioco, non saranno necessari ulteriori acquisti e ogni titolo sarà disponibile anche offline, con il supporto ad un controller di gioco.

Una novità che porterà oltre 100 giochi in esclusiva su iOS direttamente tramite una nuova sezione dell'App Store, che saranno tutti immediatamente disponibili su iPhone, iPad, Mac e Apple TV, previo il pagamento di una somma mensile che, per ora, rimane sconosciuta: oltre a sottolineare che i giochi disponibili sulla piattaforma di Apple non integreranno alcuna pubblicità di sorta e che il servizio sarà attivo entro il prossimo autunno, Tim Cook non ha svelato il costo di Apple Arcade.