Opinioni
8 Gennaio 2016
10:45

CES 2016, dalla realtà virtuale ai giradischi: a Las Vegas torna (anche) il vintage

L’appuntamento con la tecnologia cade puntuale a gennaio: è il CES di Las Vegas, la fiera dedicata all’elettronica di consumo che da 49 anni ospita gli annunci più importanti del settore. Non solo perché si parla di innovazioni all’avanguardia, ma anche perché, a differenza di altre manifestazioni, quella di Las Vegas rappresenta l’ultimo passo verso la commercializzazione dei prodotti.
A cura di Marco Paretti

L'appuntamento con la tecnologia cade puntuale a gennaio: è il CES di Las Vegas, la fiera dedicata all'elettronica di consumo che da 49 anni ospita gli annunci più importanti del settore. Non solo perché si parla di innovazioni all'avanguardia, ma anche perché, a differenza di altre manifestazioni, quella di Las Vegas rappresenta l'ultimo passo verso la commercializzazione dei prodotti. Che, quindi, sono sempre più reali. Oggi il CES (Consumer Electronics Show) di Las Vegas è un evento enorme. Il futuro della tecnologia passa per i grandi padiglioni che compongono la grande esposizione, con centinaia di start-up e aziende intente a presentare agli addetti del settore i prodotti più innovativi e tecnologici esistenti.

Il CES ha però una lunga storia alle spalle. Nata nel 1967, la manifestazione ha negli anni svelato alcune delle tecnologie più rivoluzionarie del mondo: il videoregistratore (1970), la videocamera (1981), il lettore CD (1981), il DVD (1996) e il Blu Ray (2003), solo per citarne alcune. Trend che nel tempo si sono evoluti e hanno lasciato spazio alle novità, all'innovazione. L'edizione di quest'anno – così come quelle degli ultimi anni – accosta trend relativamente recenti a prodotti per i quali bisognerà attendere ancora un po' di tempo perché vengano commercializzati. Nonostante questo, però, tutto ciò che viene mostrato è reale e funzionante, pronto per far balzare in avanti l'evoluzione tecnologica.

Mezzi di trasporto

Il 2015 è stato l'anno degli hoverboard. Critiche e problematiche a parte. Non stupisce, quindi, che al CES di Las Vegas questo strano mezzo di trasporto abbia attirato l'attenzione più di ogni altro dispositivo. Merito anche dei vari prodotti delle aziende, che hanno proposto l'hoverboard un po' in tutte le salse. Dal classico device di Razer – l'unica a poterlo vendere legalmente negli Stati Uniti – all'hoverboard/maggiordomo di Segway, che oltre a trasportare in giro la gente permette di sfruttare un maggiordomo robotico che sarà possibile programmare liberamente. Importanti, nel campo dei trasporti, le proposte legate al settore automotive, fondamentalmente incentrate sui veicoli elettrici e autonomi. Tra queste, spiccano le auto di Volkswagen, che per risollevarsi dallo scandalo delle emissioni ha proposto il minivan elettrico Budd-E, e di Farady Future, la vera protagonista del CES. La sua FFZERO1 promette mille cavalli di potenza e una velocità massima di oltre 200 miglia orarie. Non male per una macchina elettrica. Chiude il settore dei trasporti l'elicottero autonomo di Ehang, un monoposto elettrico dal look simile a quello di un drone. Non è un caso: l'azienda è partita proprio dalle forme di un quadricottero per la progettazione dei velivolo.

Foto e video

Dalle classiche macchine fotografiche DSLR alle innovative videocamere a 360 gradi. A Las Vegas l'attenzione nei confronti di foto e video è massima, con un occhio verso la condivisione. Per questo Nikon ha presentato, oltre alla D5 in grado di registrare filmati in 4K, una soluzione pensata per il mondo iperconnesso in cui viviamo: la D500. Oltre a caratteristiche fotografiche di alto livello – sensore da 20.9 megapixel, raffica a 10 fps e ISO fino a 1.640.000 – la D500 offre connettività WiFi e Bluetooth con la quale scattare e condividere immediatamente le immagini. Nikon ha inoltre presentato una videocamera compatta a 360 gradi, la KeyMission, che permette di registrare e condividere filmati nell'era della realtà virtuale. Chiude la carrellata una vecchia gloria: il ritorno del Super 8. Kodak ha infatti annunciato l'arrivo di una videocamera basata sulle pellicole che hanno reso famosa l'azienda; si avvarrà di alcune funzionalità digitali – come un mirino e uno schermo – ma registrerà su pellicola, ancora prodotta da Kodak. Arriverà tra il 2016 e il 2017 ad un costo che si aggirerà intorno ai 400/700 dollari.

Audio

Se già nel settore video Kodak ha portato una ventata vintage all'interno di un evento innovativo come il CES, il colpo finale è arrivato dal mercato musicale. Alcuni tra i prodotti più apprezzati nel corso della manifestazione rappresentano un grande ritorno: i giradischi. Le proposte principali sono due: il Technics SL-1200GAE – una leggenda per i DJ – e il PS-HX500 di Sony. Entrambi si avvalgono di una riproduzione audio di alta fedeltà, mentre la proposta di Sony consente di registrare file in alta definizione connettendo il giradischi ad un computer. Da un punto di vista più tecnologico, la proposta che spicca è quella di Bragi, che con i suoi auricolari senza fili promette di rivoluzionare il modo in cui ascoltiamo musica. Nato su Kickstarter, il dispositivo si connette allo smartphone e consente di sfruttare gesture e comandi per controllare la riproduzione (e alcune funzioni) senza mettere mano al telefono.

Realtà virtuale

Il 2015 è stato l'anno della prova generale, ma è nel 2016 che la realtà virtuale potrà fiorire davvero. Almeno in teoria, grazie alle proposte di fascia alta che proprio nel corso dell'anno si affacceranno sul mercato. Il primo ad arrivare nelle case di tutti gli appassionati sarà Oculus Rift, che proprio in occasione del CES ha aperto i preordini (con qualche polemica), seguito da HTC Vive e PlayStation VR. Il Vive si è mostrato a Los Angeles in una versione rinnovata dotata di videocamera frontale con la quale il sistema si assicurerà di non farci andare a sbattere contro eventuali ostacoli disseminati nella stanza. Non è da escludere un suo utilizzo anche durante le esperienze immersive, trasformando il visore in una sorta di dispositivo per la realtà aumentata. A differenza di Oculus, il Vive sarà venduto con alcuni sensori da applicare alle pareti che saranno in grado di tracciare i nostri movimenti nello spazio. Una soluzione interessante, ma che farà lievitare prezzo e requisiti "fisici".

 Elettrodomestici

L'Internet delle Cose è sempre più vicino e, con lui, l'ecosistema di dispositivi connessi che lo compone. Sul palco del CES di Las Vegas si è visto un po' di tutto; da piccoli elettrodomestici dotati di connessione WiFi a grandi apparecchi forniti di enormi schermi touchscreen. LG, per esempio, ha presentato un frigorifero la cui porta si può aprire semplicemente avvicinando il piede allo zoccolino, proprio come avviene per i portelloni posteriori di alcune automobili. E se volete dare un'occhiata al cibo senza aprire lo sportello? Vi basterà bussare sul vetro per far illuminare le luci posizionate all'interno. Inoltre, le telecamere poste all'interno fotografano i prodotti ad ogni chiusura della porta, permettendo di visualizzare le immagini in ogni momento. Per esempio quando ci si trova a fare la spesa e non si ricorda quante uova sono rimaste. Ancora più tecnologica la proposta di Samsung, che ha dotato il suo frigorifero di uno schermo touchscreen da 21,5 pollici dotato di sistema operativo Tizen. Può fungere sia da "lavagna digitale" che da vero e proprio centro di comando della propria casa. Dal punto di vista delle televisioni si è fatta notare LG, sia per i display ripiegabili che per la TV dotata di schermi da entrambi i lati. Perché uno solo, ormai, non basta più.

LG K10 e K7, i nuovi smartphone presentati al CES 2016 di Las Vegas
LG K10 e K7, i nuovi smartphone presentati al CES 2016 di Las Vegas
I prodotti più interessanti mostrati al CES 2016
I prodotti più interessanti mostrati al CES 2016
2.816 di Viral Tech
Nvidia: ad oggi solo l'1% dei pc può supportare la Realtà Virtuale
Nvidia: ad oggi solo l'1% dei pc può supportare la Realtà Virtuale
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni