Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden non è nuovo al mondo dei videogiochi. Negli scorsi mesi, in occasione della campagna elettorale per le presidenziali, ha usufruito del popolare Animal Crossing: New Horizons e dell'altrettanto popolare Fortnite per avvicinare i giovani ai temi del partito democratico. Non si tratta però di una semplice trovata politica: stando a una storia pubblicata su Instagram dalla nipote Naomi Biden, il presidente è un vero appassionato di videogiochi. Ecco la vicenda nel dettaglio.

Lo scorso fine settimana, Biden e famiglia hanno fatto visita per la prima volta a Camp David, ritiro presidenziale sito tra le montagne del Maryland. L'occasione si è rivelata perfetta per una sfida tra nonno e nipote con uno dei cabinati arcade ospitati all'interno del ritiro: nello specifico una corsa virtuale a Mario Kart Arcade GP DX. L'evento è stato immortalato da una fotografia, in seguito pubblicata da Naomi Biden sui social. Secondo le sue parole, il presidente è un "un po' arrugginito" ma ha comunque vinto, anche se "a stento". Il commento di Naomi Biden lascia dunque intendere che il presidente non sia affatto un principiante dei videogiochi, soprattutto arcade. La notizia è stata diffusa dai principali siti della stampa videoludica, come Kotaku, dato che non accade spesso di vedere figure di tale caratura politica accostate al videogioco, se non per stigmatizzarlo.

Anche altri esponenti di spicco del partito democratico statunitense hanno dimostrato una certa passione per i videogiochi. Tra i casi più eclatanti, quello della congresswoman Alexandria Ocasio-Cortez in diretta streaming su Twitch mentre gioca ad Among Us, il videogioco sulle deduzioni sociali giocato da mezzo miliardo di persone. L'evento, risalente allo scorso ottobre, è stato seguito da 435.000 utenti in simultanea. Numeri che stupiscono in parte, considerata la massiccia diffusione che hanno avuto i videogiochi lo scorso anno con il lockdown.