iphone abuso tempo trascorso

Manca ancora tempo prima che i proprietari di iPhone e iPad possano sapere con certezza quali saranno le novità previste dall'ultimo aggiornamento per i propri dispositivi: iOS 13 sarà pronto ufficialmente in autunno e annunciato a inizio giugno nel corso della WorldWide Developers Confedence che Apple tiene annualmente per gli sviluppatori. In queste ore però il sito 9to5Mac è riuscito a farsi raccontare da alcune persone a conoscenza dei piani di Cupertino qualche anticipazione sulla nuova versione, tra le quali spicca soprattutto una modalità Dark Mode a schermo scuro che dipingerà gli elementi grafici del sistema operativo di nero o in tonalità simili.

Le novità anticipate però sono molte e su più fronti. Su iPad le app potranno ad esempio disporre di più finestre contemporaneamente che si potranno muovere liberamente sullo schermo, in una soluzione che sembra pensata per trasformare il tablet sempre più in un computer. Sulla tastiera sarà inoltre supportata una nuova gesture a tre dita: spostandole verso sinistra si annullerà l'immissione di ciò che si è appena scritto, mentre verso destra si ripristineranno eventuali azioni appena annullate. Safari si farà più intelligente e chiederà ai siti web la loro versione desktop quando si accorgerà che la versione mobile funziona male sul display del dispositivo, o nasconde elementi importanti dalla vista dell'utente. Le impostazioni di sistema disporranno di una sezione dedicata ai font, tramite la quale si potranno installare nuovi caratteri e gestire quelli già caricati a bordo del telefono o del tablet. Migliorerà anche la app mail, nella quale si potranno finalmente dividere i messaggi in categorie di appartenenza come lavoro, acquisti e pubblicità o contrassegnare le email per una lettura posticipata.

Tra le modifiche minori spiccano un indicatore del volume più discreto, nuove gesture per la selezione multipla degli oggetti e un'app per i promemoria ridisegnata, ma c'è ragione di credere che iOS 13 porterà su iPhone e iPad molto di più rispetto a questa prima (e ancora non ufficiale) infornata di novità. Prima della presentazione di giugno del resto c'è ancora tempo per nuove indiscrezioni, che tratteggeranno con più precisione e dovizia di particolari l'identikit dell'atteso aggiornamento.