Opinioni
29 Maggio 2015
11:24

Now on Tap, cos’è e come funziona la novità di Android M

Sono passati poco più di due anni dall’introduzione di Google Now, l’assistente vocale dei dispositivi Android, all’interno del sistema operativo dell’azienda di Mountain View. Ieri, nel corso della conferenza Google I/O 15, è stato presentato il primo aggiornamento importante di questa funzionalità, che ora sarà in grado di fornire informazioni più contestualizzate sia dal punto di vista “fisico” che virtuale.
A cura di Marco Paretti

Sono passati poco più di due anni dall'introduzione di Google Now, l'assistente vocale dei dispositivi Android, all'interno del sistema operativo dell'azienda di Mountain View. Ieri, nel corso della conferenza Google I/O 15, è stato presentato il primo aggiornamento importante di questa funzionalità, che ora sarà in grado di fornire informazioni più contestualizzate sia dal punto di vista "fisico" che virtuale. Il concetto alla base di questa metamorfosi è che, da funzione relegata alla sola schermata dedicata attivabile tramite uno swipe dal basso verso l'alto, Google Now è ora presente in tutti gli elementi del sistema operativo, comprese le applicazioni di terze parti.

Questo si traduce principalmente nella possibilità, da parte dell'assistente di Big G, di analizzare i contenuti per esempio di chat, email o SMS per individuare determinati elementi importanti. Ma anche di fornirci informazioni utili a seconda della nostra posizione. Se per esempio ci troviamo in viaggio, Google Now ci fornirà l'elenco delle stazioni di benzina presenti sulla strada che stiamo percorrendo. In aeroporto, invece, l'assistente mostrerà un pannello per richiedere automaticamente una vettura con Uber. Ma la contestualizzazione riguarderà anche il sistema operativo: state ascoltando una canzone di Skrillex su Spotify? Potrete chiedere semplicemente "Ok Google, qual è il suo vero nome?" per ottenere una risposta riguardante Skrillex, senza necessità di nominarlo. Un vostro amico vi invia l'indirizzo di un ristorante? Con Google Now potrete accedere immediatamente a contatti, recensioni e indicazioni per raggiungerlo, senza dover uscire dall'app per i messaggi.

"Tenendo premuto il pulsante Home, Google vi fornirà diverse opzioni riguardo a quello che potrebbe esservi utile in quel momento" si legge all'interno del post sul blog ufficiale "ma se cercate qualcosa di specifico, potrete dire "Ok Google" in ogni schermata o applicazione. Per esempio, se state ascoltando una canzone dei Twenty One Pilots su Spotify, potrete chiedere ‘Ok Google, chi è il cantante?' per ottenere una risposta senza fornire ulteriori informazioni". L'elemento "magico" della funzione è proprio questo: Now on Tap consentirà di ottenere informazioni utili in maniera molto più veloce grazie all'analisi contestuale dell'assistente di Google, che peraltro garantirà il supporto ad applicazioni di terze parti. Tornando all'esempio del ristorante, la scheda ci permetterà di prenotare un tavolo con un semplice tap utilizzando l'app OpenTable.

Con Now on Tap Google lancia una grande sfida alla concorrenza, sempre più agguerrita dal punto di vista degli assistenti vocali. Apple continua a potenziare la sua Siri, che ora ha raggiunto anche il primo smartwatch della mela, mentre Microsoft ha da poco annunciato l'arrivo di Cortana su iOS e Android, oltre che sulla maggior parte di dispositivi che monteranno Windows 10, PC compresi. Ora l'attenzione sarà rivolta proprio verso l'azienda di Cupertino, che, secondo recenti indiscrezioni, sarebbe al lavoro su una funzionalità simile a Google Now chiamata Proactive da introdurre con iOS 9. Il funzionamento dovrebbe essere molto simile a quello di Now on Tap, ma per ulteriori dettagli bisognerà aspettare la Worldwide Developers Conference 2015 prevista per il prossimo 8 giugno.

Google I/O, tutti i dettagli di Android M e della Developer Preview
Google I/O, tutti i dettagli di Android M e della Developer Preview
Cortana, l'assistente vocale di Microsoft può sostituire Google Now su Android
Cortana, l'assistente vocale di Microsoft può sostituire Google Now su Android
Tutte le novità in arrivo con Android M
Tutte le novità in arrivo con Android M
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni