Il social network basato sull'audio in tempo reale Clubhouse sta riscuotendo un grande successo presso milioni di utenti in tutto il mondo, ma per il momento è disponibile solamente su iPhone. Una versione per gli smartphone Android ancora non esiste e gli sviluppatori non l'hanno annunciata ufficialmente, anche se è praticamente certo che sia in fase di sviluppo. Nel frattempo però c'è un'altra app che sta godendo di riflesso della notorietà della piattaforma: si chiama proprio Clubhouse e sta venendo scaricata centinaia di migliaia di volte da utenti che pensano si tratti proprio dell'app del momento.

Due Clubhouse diversi

Cercando Clubhouse sull'App Store appare come primo risultato il social network di cui parlano tutti, mentre con la stessa stringa di ricerca su Android si materializza un'app votata alla produttività e dedicata alla gestione dei progetti all'interno delle aziende. L'icona e la descrizione dei due software sono radicalmente differenti, ma chi tenta di scaricare Clubhouse su Android non ha mai visto com'è fatta l'app legittima: non sorprende che sull'onda dell'entusiasmo decida di scaricare il software e di avviarlo per tentare l'iscrizione.

Download in crescita

A cadere nel qui pro quo non sono stati pochi: se in data 26 gennaio i download di Clubhouse su Android avevano superato quota 100.000 download, in sole due settimane hanno superato quota 1 milione. La quasi totalità di questi utenti ha scaricato l'app per errore, come testimoniato dal numero di recensioni e del resto dalla crescita impetuosa di un software che in poco tempo ha visto aumentare il ritmo dei download a tal punto. L'esistenza di un'app Clubhouse su Android fa emergere dei dubbi su cosa succederà quando il social network audio sarà pronto a sbarcare sui telefoni con sistema operativo Google: l'app già esistente non sarà sfrattata e gli equivoci si faranno ancora più numerosi.