Ormai il mercato è pronto ogni sei mesi. O è questo quello che vogliono farci credere. Perché se, prima, qualsiasi azienda era solita presentare un suo nuovo top di gamma a cadenza annuale, da qualche tempo a questa parte sono molti i produttori di dispositivi mobili che annunciano e mettono in vendita una nuova versione del proprio smartphone di punta ogni 6 mesi.

E così ha fatto anche OnePlus. Un'azienda diventata ormai famosissima soprattutto per gli appassionati che, dopo il fantastico OnePlus 6, ha appena messo in vendita il suo nuovo top di gamma: si chiama OnePlus 6T, è una versione "rivisitata" del OnePlus 6, ed è un dispositivo molto importante per l'azienda, che rappresenta una sorta di "giro di boa" non indifferente. E non tanto per le caratteristiche tecniche, quanto per la distribuzione: il nuovo OnePlus 6T sarà distribuito nella grande distribuzione e sarà possibile acquistarlo oltre che s anche in tutti i punti vendita MediaWorld.

Differenze tra OnePlus 6 e OnePlus 6T

Il nuovo top di gamma di OnePlus è palesemente una versione più "affinata" dell'ottimo modello presentato circa 6 mesi fa. Non è un cambio di rotta sostanziale, ma introduce alcune novità che nell'utilizzo di tutti i giorni si fanno sentire.

Chiaramente, la prima che risalta all'occhio riguarda il display, che integra un sensore per le impronte digitali sotto lo schermo e introduce un notch a goccia che ha reso necessario integrare i sensori e lo speaker auricolare lungo le cornici; la potenza della batteria, inoltre, è stata aumentata a 3700 mAh e le prestazioni fotocamere posteriori sono leggermente migliorate, anche grazie all'introduzione dell'intelligenza artificiale.

Design OnePlus 6T

Sostanzialmente, in termini di design le novità rispetto al OnePlus 6 sono minime. Appena si impugna lo smartphone però ci si accorge subito del peso superiore e dello spessore leggermente più ingombrante. Risulta però molto solido e le due finiture che abbiamo già visto nella versione precedente rimangono in tutta la loro bellezza: è disponibile nella versione Mirror Black (ossia nero lucido a specchio) e nella versione Midnight Black (ossia opaca con effetto ceramica).

Posteriormente sono presenti le due fotocamere e scompare il sensore per le impronte digitali, integrato sotto lo schermo proprio come abbiamo visto nel Huawei Mate 20 Pro, e anteriormente scompare la tacca rettangolare, a favore di un notch a goccia in stile "Essential Phone". Personalmente trovo la scelta fatta da OnePlus la migliore interpretazione del notch, che lo rende assolutamente poco fastidioso e da più spazio per la barra delle notifiche.

Hardware OnePlus 6T

Se avete avuto la possibilità di provare un OnePlus 6, troverete le stesse prestazioni nel 6T. Il comparto hardware non ha subito cambiamenti sostanziali rispetto alla versione precedente e vede un Qualcomm Snapdragon 845 affiancato da 6 o 8 GB di RAM LPDDR4X e 128 o 256 GB di memoria interna. E sì, l'azienda ha abbandonato la produzione della versione da 64 GB, e permetterà di acquistare il modello "base" con più spazio interno.

Anche OnePlus 6T è uno smartphone dual-SIM, ma in questo modello è stato abbandonato il jack audio per le cuffie con il cavo: poco male, perché nella confezione sono presenti delle ottime cuffie USB-C. Interessante l'interpretazione del sensore per le impronte sotto il display, che garantisce prestazioni sufficienti per l'uso quotidiano, ma che non riesce ancora ad essere al pari di un sensore tradizionale, necessitando di un tempo di sblocco leggermente superiore.

E se ricordate l'ottima autonomia del OnePlus 6, sappiate che con la nuova batteria da 3700 mAh le cose migliorano ancora. Si tratta di un aumento del 12% rispetto alla generazione precedente che permette allo smartphone di arrivare a fine giornata anche con l'utilizzo più stressante possibile. Presente (per fortuna) la fantastica ricarica Dash Charge, che carica la batteria in tempi brevissimi.

Display OnePlus 6T

Cornici e notch ridotti, significano display più grande. Lo schermo del OnePlus 6T è da 6.41 pollici, con una risoluzione di 2340 x 1080 e un pannello AMOLED. Si tratta, ancora una volta, di un ottimo pannello, estremamente luminoso e contrastato che è possibile tarare manualmente tramite delle impostazioni di sistema.

Certo, non è il migliore dei pannelli in circolazione, ma è necessario sempre ricordarsi che il prezzo di vendita del OnePlus 6T è decisamente inferiore rispetto alla concorrenza. È presente la modalità di lettura che rende riproduce tutte le immagini in scala di grigi, la modalità notte e l'accensione dello schermo al sollevamento o al tocco.

Fotocamera OnePlus 6T

Le novità nella fotocamera di OnePlus 6T sono più software che hardware. Il sistema a doppia fotocamera rimane sempre composto da un sensore principale da 16 megapixel f/1.7 stabilizzato e un sensore secondario da 20 megapixel f/2.0 che viene utilizzato per il calcolo della profondità per l'effetto bokeh. La qualità delle foto rimane molto buona in condizioni di buona luminosità, anche grazie all'ottimo HDR che riesce sempre ad ottimizzare le impostazioni di scatto, soprattutto nei controluce.

I miglioramenti più sostanziali si hanno però in condizioni di scarsa luminosità, grazie ad una nuova modalità "Notte" gestita dall'intelligenza artificiale che analizza per qualche secondo i dati di luminosità, prima di scattare la fotografia. È una modalità piuttosto strana, che in alcuni casi può portare a scattare foto leggermente sovraesposte e che, a mio parere, andrebbe ancora raffinata in alcuni piccoli particolari. Ma è comunque un passo avanti non indifferente.

Sempre ottimi i video registrati alla risoluzione massima di 4K a 60 FPS che rimangono, però, sempre stabilizzati elettronicamente: per registrare i video con stabilizzatore ottico, è necessario scendere a 30 FPS.

Software OnePlus 6T

Partiamo subito da un presupposto: io non sono un amante delle personalizzazioni delle aziende, per questo amo il Google Pixel 3 XL, ma devo ammettere una cosa: OxygenOS 9.4 è veramente fantastica. Le novità rispetto alla versione precedente sono poche, ma nella nuova versione vengono integrate alcune piccole migliorie che rendono la GUI di OnePlus la migliore in circolazione, e intendo per ogni fascia di prezzo.

È stata introdotta una nuova modalità "Smart Boost" che velocizza l'avvio delle app, i temi si possono personalizzare con qualsiasi colore ed è possibile avviare Google Assistant premendo per 1 secondo il tasto di accensione. Tutto il resto resta come lo visto nel OnePlus 6: sono presenti le ottime gesture di navigazione, che tanto ho amato nella versione di 6 mesi fa, sono presenti la modalità gioco e il blocco delle applicazioni ed è stata introdotta una funzione per lanciare delle scorciatoie tenendo premuto il dito dopo aver pigiato il sensore per le impronte digitali sotto lo schermo.

Prezzo di vendita in Italia OnePlus 6T

Nonostante OnePlus abbia aumentato leggermente il prezzo di vendita, non viene abbandonata assolutamente la filosofia dell'azienda: OnePlus 6T è venduto a 559 euro in Italia nella versione da 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna, ed arriva al prezzo massimo di 589 euro e 639 euro per le versioni da 8 GB di RAM e 128 o 256 GB di memoria interna.

E, lasciatemelo dire, è un ottimo prezzo. È vero, ormai in Italia ci sono ottime alternative anche in questa fascia di prezzo, ma stiamo parlando dello smartphone che su Antutu ha ottenuto il miglior risultato di prestazioni (e che è secondo solo a due smartphone da gaming). Se poi ci si aggiunge l'ottima interfaccia grafica, il notch praticamente invisibile e l'ottima durata della batteria, si arriva alla conclusione per 559 euro non troverete di meglio.

È uno smartphone perfetto? Assolutamente no. È sempre un "flagship killer"? Assolutamente sì, soprattutto considerando che sarà possibile acquistarlo sul sito di OnePlus, su Amazon anche in sconto, e – per la prima volta – in tutti i punti vendita di Mediaworld.

Le selezioni di prodotti o servizi contenute in questo articolo sono affidabili e indipendenti. In alcune occasioni, viene percepita una commissione sugli acquisti effettuati tramite i link presenti nel testo, senza alcuna variazione del prezzo finale.