Uno degli aspetti più interessanti di Among Us è la formazione di una florida community che, tramite modifiche e l'aggiunta di contenuti personalizzabili, mantiene stabile il primato del gioco di InnerSloth tra i più popolari del momento. Tra le ultime trovate degli utenti, c'è la possibilità di giocare ad Among Us utilizzando la VR (realtà virtuale). In questo modo la lotta tra crewmate e impostori assume tutto un nuovo carattere: visuale in prima persona, atmosfera più inquietante in 3D, interazione diretta con le diverse task del gioco. Se l'idea vi piace, ecco cosa fare per potere giocare ad Among Us via VR.

Nessun intrico di passaggi in questo caso, perché l'unica cosa necessaria per riuscire nell'intento è scaricare VRChat. Come riporta il portale Filmdaily, si tratta di una spazio social in cui i giocatori possono interagire tra di loro usando la tecnologia VR, attraverso una struttura di gioco MMO (massive multiplayer online game). Tale piattaforma è disponibile gratuitamente su Steam. La si può usare anche per giocare semplicemente su PC, ma le sue potenzialità sono evidenti quando si usano i visori VR, come Oculus. Altro aspetto interessante di VRChat è la possibilità di poter personalizzare l'ambientazione, i personaggi e il gioco stesso, e rendere queste modifiche accessibili agli altri utenti. Tra queste c'è una mod creata appositamente per giocare ad Among Us secondo una visione completamente diversa e innovativa, che sfrutta la VR. Anch'essa è disponibile gratuitamente.

L'impatto con il 3D e la visuale in prima persona è evidente in qualsiasi delle operazioni da fare nel gioco, come sgattaiolare nei condotti, accoltellare i crewmate, indire le riunioni, ecc. Ma la mod creata in VRChat consente anche un altro tipo di giocabilità, come, ad esempio, mantenere in viso un'espressione per la scansione della carta di identità (obiettivo richiesto dal gioco), e altre novità simili. Con la VR anche la gestualità dei vari giocatori avrà un ruolo centrale, poiché potrebbe lasciare sfuggire dettagli impossibili da notare nella versione tradizionale di Among Us. In breve, la community è stata in grado di trovare un nuovo modo per rendere sempre avvincente la sfida oramai nota proposta dal titolo di InnerSloth. Ecco perché gli sviluppatori hanno rinunciato a un sequel diretto del gioco: tra le aggiunte ufficiali e quelle nate dalla community, il titolo sulle deduzioni sociali è ancora in grado di brillare di luce propria.