Il sistema operativo di Google compie 10 anni, arriva alla relase P ed aumenterà l'autonomia della batteria in tutti i dispositivi in cui sarà installato. Durante le giornate dedicate all'annuale Google I/O, una conferenza che attira tantissimi sviluppatori in tutto il mondo, sono state presentate tutte le novità di Android P, il prossimo aggiornamento del sistema operativo per smartphone e tablet che verrà rilasciato ufficialmente entro l'autunno 2018, ma che è già possibile provare in anteprima su alcuni top di gamma selezionati.

E proprio forse in onore del decimo anniversario dell'OS di Google, gli sviluppatori di Mountain View hanno reso estremamente corposo questo nuovo aggiornamento di Android, non solo inserendo un nuovo sistema di controllo a gesture, o una nuova funzione di sicurezza per tutti i dispositivi, ma integrando (per la prima volta in modo concreto) l'intelligenza artificiale in tutta una serie di funzionalità.

Che l'intelligenza artificiale e il machine learning siano il centro delle discussioni e le innovazioni del 2018 è un dato di fatto, ma "da grandi tecnologie derivano grandi responsabilità", e quelli di Google l'hanno capito in pieno: il nuovo aggiornamento di Android sarà in grado di analizzare il modo in cui viene utilizzato uno smartphone o un tablet ed ottimizzare i consumi della batteria per ogni applicazione.

Come è possibile? Grazie al machine learning nascosto nella funzione "Batteria adattiva" che, una volta attivata, analizzerà nel tempo quali applicazioni vengono più utilizzate, in che modo, per quanto tempo, e deciderà quindi a quali dedicare più energia e quali "sospendere" in modo da risparmiare batteria.

Generalmente, la funzione "Batteria adattiva" di Android P non è attiva di default, ma sarà necessario navigare tra le impostazioni del sistema operativo per renderla funzionante. Farlo è veramente molto semplice. La prima cosa da fare è entrare nelle Impostazioni di Android P, per poi selezionare la voce "Batteria". In questa sezione, con la quale generalmente si può attivare o disattivare il risparmio energetico, controllare il tempo d'utilizzo e il consumo di ogni app utilizzata ed avere il prospetto di una previsione media di carica residua, è stata introdotta proprio questa nuova funzione che sarà attivabile selezionando la voce "Batteria adattiva" e attivando la relativa spunta.