Opinioni
22 Luglio 2015
11:54

Microsoft: perdite record da 3,2 miliardi di dollari, male anche Yahoo

Se da una parte Apple continua a macinare guadagni record – pur non convincendo pienamente – dall’altra aziende come Yahoo e Microsoft stanno attraversando crisi finanziarie mai viste prima. In particolare per l’azienda di Redmond si tratta della prestazione peggiore di tutta la sua storia, che nelle ultime ore ha portato ad un tracollo del titolo in borsa, sceso di oltre il 4%.
A cura di Marco Paretti

Se da una parte Apple continua a macinare guadagni record – pur non convincendo pienamente – dall'altra aziende come Yahoo e Microsoft stanno attraversando crisi finanziarie mai viste prima. In particolare per l'azienda di Redmond si tratta della prestazione peggiore di tutta la sua storia, che nelle ultime ore ha portato ad un tracollo del titolo in borsa, sceso di oltre il 4%. Tra la svalutazione dell'acquisizione della divisione mobile di Nokia e il declino del settore PC, Microsoft sta subendo dei gravi colpi che inevitabilmente si riflettono in perdite record.

Nel corso dell'ultimo trimestre l'azienda ha registrato perdite pari a 3,2 miliardi dollari – 40 centesimi per azione – che se confrontati con i dati dello scorso anno fanno ben capire la crisi nera attraversata dalla realtà fondata da Bill Gates: nel 2014 aveva segnato profitti per 4,61 miliardi di dollari. Sono calati anche i ricavi, scesi a 22,18 miliardi di dollari dai 23,38 miliardi di dollari dello stesso periodo del 2014. Microsoft non naviga in acque tranquille già da diverso tempo, tanto che nel corso degli ultimi mesi del 2014 aveva ridotto la sua forza lavoro del 6%, eliminando 7.8oo posti in tutto il mondo.

Marissa Mayer Yahoo

Restano positivi i settori di Microsoft legati alla console da gioco Xbox, al settore cloud e ai tablet Surface, che comunque faticano a sostenere l'amara situazione finanziaria. Se da una parte il declino delle vendite delle licenze di Windows e di Office fanno registrare perdite sempre più consistenti, infatti, dall'altra le vendite di Xbox (+27%) e dei Surface (+117%) hanno messo una pezza alla questione. Resta da vedere come si comporterà il mercato con l'arrivo del prossimo sistema operativo dell'azienda di Redmond, Windows 10. Secondo gli analisti, però, il declino del settore PC è ormai troppo marcato per poter avere un reale impatto sulla crisi di Microsoft.

Yahoo, invece, ha registrato perdite pari a 21,6 milioni di dollari, contro i profitti da 269,7 milioni di dollari del 2014. Crescono però i ricavi, che nell'ultimo trimestre si sono assestati a 1,24 miliardi di dollari con una crescita del 15% rispetto a quella dell'anno precedente. Un risultato che però ha richiesto dei costi notevoli: 200,2 milioni di dollari rispetto ai 43,8 milioni di dollari del 2014, necessari per competere con altre grandi realtà come Apple e Google. È proprio la crescita di questi concorrenti ad aver tolto sempre più quote di mercato a Yahoo, che ora deve investire molto per far tornare a crescere il proprio traffico. C'è inoltre un'ulteriore incognita nella situazione dell'azienda guidata da Marissa Mayer: il 15% posseduto da Alibaba e lo spin-off annunciato nel corso del 2014.

Giornalista dal 2002 specializzato in nuove tecnologie, intrattenimento digitale e social media, con esperienze nella cronaca, nella produzione cinematografica e nella conduzione radiofonica. Caposervizio Innovazione di Fanpage.it.
Bing, Yahoo e Microsoft rinnovano l'accordo sul motore di ricerca
Bing, Yahoo e Microsoft rinnovano l'accordo sul motore di ricerca
Uber si prepara a sbarcare in borsa: vale 50 miliardi di dollari
Uber si prepara a sbarcare in borsa: vale 50 miliardi di dollari
Uber, in arrivo finanziamenti record per 10 miliardi di dollari
Uber, in arrivo finanziamenti record per 10 miliardi di dollari
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni