290 CONDIVISIONI
11 Maggio 2015
18:11

Windows 10, Microsoft conferma: “Sarà l’ultimo Windows”

Windows 10 sarà l’ultimo Windows. Niente panico però, perché nelle ultime ore Microsoft ha semplicemente spiegato più chiaramente quello che sarà il futuro del sistema operativo.
A cura di Marco Paretti
290 CONDIVISIONI

Windows 10 sarà l'ultimo Windows. Niente panico però, perché nelle ultime ore Microsoft ha semplicemente spiegato più chiaramente quello che sarà il futuro del sistema operativo. O meglio, dei servizi che d'ora in poi l'azienda di Redmond offrirà ai suoi utenti. Nel corso della conferenza Ignite dedicata ai suoi clienti IT, Jerry Nixon, uno degli "evangelisti" dell'azienda, ha spiegato che attualmente stanno "rilasciando Windows 10 e visto che Windows 10 sarà l'ultima versione di Windows, stanno ancora lavorando su questo sistema operativo". Questo, però, non significa che Microsoft sia pronta ad abbandonare Windows, anzi.

In realtà la questione è semplice: d'ora in poi Microsoft si impegnerà ad offrire Windows 10 come servizio e non come software completo che viene aggiornato solo con la release successiva. In questo modo si spiega anche la politica sul prezzo e sull'aggiornamento gratuito: se acquisti un prodotto Microsoft – o che comunque fa girare l'OS di Redmond – avrai accesso a tutti i successivi aggiornamenti in forma gratuita. Un esempio in questo senso è rappresentato dal browser Chrome di Google; gli aggiornamenti avvengono in automatico e attivano nuove funzionalità senza che l'utente debba selezionare qualcosa. Si tratta di uno degli esempi più diffusi di software inteso come servizio.

Per questo Windows 10 sarà l'ultimo Windows. Microsoft continuerà ad aggiornare il sistema operativo, così come Chrome viene costantemente aggiornato da Google, ma non presenterà più un "numero" ad ogni rilascio importante. Ad oggi Chrome è giunto alla 42esima versione, ma gli utenti – e Google – continuano a chiamarlo semplicemente Chrome. D'ora in poi questo accadrà anche con Windows 10. È anche per questo che Microsoft è sempre più restia ad ufficializzare la data di lancio, attualmente prevista per luglio: molte funzionalità saranno attivate nei mesi successivi, quindi il lancio vero e proprio non avrà un'importanza paragonabile a quella delle versioni precedenti. Insomma, ora se acquistate Windows una volta – o se effettuate l'update gratuito – sarete a posto per sempre. O, per dirla in maniera ancora più chiara, non vedrete mai un Windows 11.

Windows 10 è stato svelato da Microsoft nel corso degli ultimi mesi del 2014. L'elemento fondamentale del nuovo sistema operativo è la connessione tra i diversi device che compongono l'ecosistema Windows. PC, tablet, smartphone e console da gioco saranno in costante collegamento e permetteranno di passare in maniera istantanea da un dispositivo all'altro. Questo aspetto comprende un sistema di notifiche intelligenti, applicazioni universali e la possibilità di effettuare lo streaming di videogiochi da Xbox a PC e tablet. Importantissime anche le novità riguardanti l'arrivo di Cortana, l'assistente vocale dei Lumia, e il nuovo browser Microsoft Edge, che andrà a sostituire l'ormai abbandonato Internet Explorer. Windows 10 sarà acquistabile gratuitamente da tutti i possessori di Windows 7 e 8 per un anno e arriverà nel corso dell'estate. Secondo le indiscrezioni, anche le copie pirata di Windows 8 godranno dell'aggiornamento gratuito. "Aggiorneremo tutti i PC che rispettano i requisiti, genuini e non genuini, a Windows 10″ ha affermato Terry Myerson, vice presidente della divisione Windows.

290 CONDIVISIONI
Windows 10, Microsoft annuncia la data di uscita ufficiale
Windows 10, Microsoft annuncia la data di uscita ufficiale
Windows 10, Microsoft è fiduciosa: "Su un miliardo di dispositivi entro tre anni"
Windows 10, Microsoft è fiduciosa: "Su un miliardo di dispositivi entro tre anni"
Windows 10, Microsoft supporterà il nuovo sistema operativo fino al 2025
Windows 10, Microsoft supporterà il nuovo sistema operativo fino al 2025
Da oggi puoi inserire link nelle Storie di Instagram (anche se hai meno di 10.000 follower)
Da oggi puoi inserire link nelle Storie di Instagram (anche se hai meno di 10.000 follower)
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni