Nonostante manchino ormai poco meno di due settimane alla data di presentazione ufficiale degli iPhone 11, continuano ad arrivare interessanti rumor sui nuovi top di gamma di Apple. Alla lunga lista di indiscrezioni circa le caratteristiche tecniche, il design, i prezzi, le fotocamere e addirittura il nome, la compatibilità con Apple Pencil e l'utilizzo di un caricabatterie USB-C, due nuovi rumor pubblicati da Bloomberg fanno chiarezza su due di quelle che saranno alcune delle novità principali: la possibilità di ricaricare altri smartphone wireless e un FaceID migliorato.

iPhone 11 avrà la ricarica wireless inversa

Sembra sempre più plausibile l'ipotesi dell'introduzione di un nuovo sistema di ricarica inversa wireless, ma probabilmente solo in iPhone 11 Pro e non su tutti i modelli che saranno presentati. Per chi non sapesse ancora di cosa si tratta, è la funzione che abbiamo già visto nei top di gamma di Huawei e di Samsung, che trasforma lo smartphone in un vero e proprio caricabatterie wireless in grado di ricaricare, del tutto senza fili, tutti i dispositivi compatibili con questa tecnologia. Ma l'arrivo della ricarica wireless inversa sugli iPhone 11 apre le porte ad un altro dubbio molto importante (e assolutamente da non sottovalutare, proprio perché si tratta di uno smartphone del colosso di Cupertino): gli iPhone 11 potranno ricaricare wireless solo gli Apple Watch e le AirPods, oppure Tim Cook e soci decideranno di aprire a questa possibilità per tutti gli altri dispositivi? Per avere una risposta a questa (ed altre domande) bisognerà solo aspettare il keynote di Apple.

iPhone 11, FaceID migliorato e notch più piccolo

Come anticipato da numerosi rumor su iPhone 11 degli ultimi mesi, i nuovi top di gamma di Apple potrebbero avere un FaceID migliorato. Il sistema di riconoscimento 3D del volto progettato da Apple potrebbe essere quindi in grado di riconoscere il volto del proprietario dello smartphone anche se il suo volto non è in posizione perfettamente frontale al dispositivo, grazie ad un angolo di visione e funzionamento molto più ampio. E si tratta di una funzionalità non da poco, che permetterebbe – ad esempio – di sbloccare il dispositivo anche quando è appoggiato su un tavolo, senza la necessità di impugnarlo ed alzarlo ogni volta.

E a fronte di un FaceID migliorato, l'iPhone 11 potrebbe introdurre anche un notch sensibilmente più piccolo rispetto alle versioni attuali. Certo, la zona nera superiore degli iPhone sarà sempre lì, ma lo spazio necessario ad integrare tutti i sensori e le fotocamere che utilizza il FaceID potrebbe essere molto più ridotto rispetto a quello utilizzato in iPhone XS, iPhone XS Max e iPhone XR.

iPhone 11: uscita in Italia

Il rumor più attendibile circa la data di presentazione degli iPhone 11, arriva da alcuni sviluppatori che hanno scovato nella Beta di iOS 13 uno screenshot denominato "HoldForRelase", nel quale si vede impostata la data di default per il giorno martedì 10.

Nell'immagine, probabilmente destinata proprio alla presentazione di Apple, non è specificato il mese, ma tutto lascia immaginare che la data faccia riferimento al prossimo 10 settembre 2019. Giorno che, tra le altre cose, arriva proprio di martedì e che tutto sommato coincide con il periodo in cui generalmente Apple presenta i suoi nuovi smartphone ogni anno. La data dei preordini di iPhone 11 dovrebbe essere il 13 settembre 2019, mentre la vendita nei negozi dovrebbe iniziare il 20 settembre 2019.